Puskas AwardIl gol più bello del 2015 è di un ex disoccupato brasiliano

Wendell Lira ha segnato la rete premiata dalla Fifa quando giocava in quarta serie. Poi è rimasto senza lavoro, fino a quando una squadra di B lo ha assunto a inizio 2016

Oltre al Pallone d’Oro, ieri sera a Zurigo è stato consegnato anche il Puskas Award, ovvero il premio che la Fifa ogni anno assegna al gol più bello realizzato l’anno precedente.

Lo ha vinto un brasiliano, Wendell Lira, per questo gol qui:

 https://www.youtube.com/embed/et7f0gc9VpY/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

La storia del calciatore brasiliano è un po’ particolare. A differenza degli altri due finalisti del premio – il nostro Alessandro Florenzi e Lionel Messi – Wendell Lira non calca i grandi campi di calcio, ma gioca nelle serie minori. Il gol è stato realizzato lo scorso 11 marzo in quarta serie, nel derby Goianesia-Atletico Goianiense. Una rete che ha permesso a Wendell di scalare alla terza serie, nella Tombense.

Una scalata al successo? Macché: dopo poche gare, il suo nuovo club decide di rescindere il contratto. Succede così che uno dei finalisti per il gol più bello al mondo dell’anno si ritrovi disoccupato. Una botta che arriva dopo i problemi fisici sofferti in passato: “E’ stato molto difficile. Mi sono rotto due volte i legamenti del ginocchio e dopo la fine del contratto con il Goias sono rimasto senza squadra per tre mesi”.

Il Brasile, che per il calcio ne fa spesso questione di Stato, si muove per lui. Sui social arriva l’hashtag #BoraVotarnoWendell. L’iniziativa funziona: a Zurigo, Wendell ha vinto. Sul palco, ha commentato: Non è detto che i ‘piccoli’ non possano vincere. Ricordate Davide e Golia?”. Di lui, si è ricordato anche una squadra brasiliana di B, il Vila Nova, che lo ha messo in rosa dallo scorso primo gennaio.