Primarie UsaPrimarie Usa, la riscossa di Trump e Sanders

Le primarie del New Hampshire hanno visto Donald Trump trionfare in maniera netta nelle fila dei repubblicani. Ma non è l'unico risultato che fa rumore, perchè nelle altre fila, quelle dei democratici, il senatore della Virginia Bernie Sanders batte Hillary Clinton

Le primarie del New Hampshire hanno visto Donald Trump trionfare in maniera netta nelle fila dei repubblicani. Ma non è l’unico risultato che fa rumore, perchè nelle altre fila, quelle dei democratici, il senatore della Virginia Bernie Sanders batte Hillary Clinton, distanziandola con oltre 20 punti.

Le sorprese non sono finite qui. Perché nello stato che spesso regala risultati inattesi vanno registrati la rinascita di Jeb BUsh e il tonfo di Marco Rubio. Il primo ha lottato a lungo per il terzo posto con Ted Cruz, dietro Trump e il governatore dell’Ohio John Kasich, dopo una campagna elettoriale non partciolarmente frizzante. Rubio invece è scivolato in basso, dopo che l’ultimo dibattito televisivo è andato molto male.

“Mi congratulo con il senatore Sanders ma sono io che rappresento la vera svolta”, ha commentato la Clinton, che era già data sconfitta dai sondaggi, ma non in maniera così netta.

Ora il calenadrio prevede due appuntamenti importanti: a fine febbraio si vota in South Carolina, mentre per il 1 marzo è previsto il Super Tuesday, con il voto contemporaneo in 10 stati.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta