Volete negoziare? Datevi un obiettivo. Siate S.M.A.R.T.

C’è una semplice regola, ben nota nel mondo della scienza del management, applicabile a maggior ragione anche nel fissare degli obiettivi di natura negoziale

Chiunque di noi ha bisogno di fissare degli obiettivi.

Lo facciamo anche inconsapevolmente. Non è importante che si sia un manager: anche un bambino che gioca sulla spiaggia fissa ripetutamente degli obiettivi, dal costruire un castello di sabbia allo sfidare le onde fino a quando gioca a nascondino con gli amici.

C’è una semplice regola, ben nota nel mondo della scienza del management, che è il modello S.M.A.R.T. , applicabile a maggior ragione anche nel fissare degli obiettivi di natura negoziale.

S sta per Specifico. Un obiettivo deve essere chiaro, comprensibile e non generare ambiguità, ossia deve rispondere alla domanda: “Quale è il risultato che mi aspetto?”.

M sta per Misurabile. Un obiettivo deve essere in qualche modo misurabile, quale che siano la scala o i parametri adottati. “Quanto mi costa? Di che risorse necessito in termini di persone, denaro e tempo?”.

A sta per Achievable ossia Raggiungibile. Un obiettivo deve essere fissato in relazione alle risorse di cui dispongo per evitare la frustrazione dell’impotenza. Inutile darsi obiettivi che, per quanto ambiziosi, siano fuori dalla nostra portata. Per verificarlo dobbiamo chiederci: “Dato tot di tempo, denaro, aiuto di terzi e set di conoscenze e conoscenze di cui dispongo è credibile che lo raggiunga, è alla mia portata?”.

R sta per Rilevante. Un obiettivo deve essere in linea con il ruolo che ricopriamo, con il nostro raggio d’azione e di influenza, in funzione della responsabilità che ci sono ascritte, dell’autorità di cui disponiamo o meno e del sistema organizzativo in cui siamo inseriti. Deve rispondere alla domanda: “E’ in linea con le mie possibilità, connesse al ruolo che incarno?”.

T sta per Tempo. Un obiettivo deve avere una dimensione temporale, motivo per cui dobbiamo sempre fissare una scadenza temporale entro cui raggiungerlo, stabilendo anche i vari passaggi cronologici necessari per farlo.

Ora, ogni volta che fissiamo un obiettivo noi di fatto ci prepariamo a generare, gestire e fronteggiare un cambiamento ed è necessario esserne consapevoli.

Ora, ogni volta che fissiamo un obiettivo noi di fatto ci prepariamo a generare, gestire e fronteggiare un cambiamento ed è necessario esserne consapevoli. Fissare un obiettivo è un momento importante nella vita di ciascuno di noi, quale che esso sia: per aumentare le possibilità di successo non va dimenticato due piccoli ma significanti accorgimenti, ossia quello di metterlo nero su bianco fatto che aiuta a “fotografarlo” e di condividerlo con qualcuno, fatto che aumenta il senso di responsabilità, e con esso il senso di ingaggio e di fatto la nostra stessa efficacia.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club