Volete investire una piccola somma? Gli strumenti per guadagnarci un po’

Dimenticate buoni fruttiferi o titoli di Stato. Se l’intenzione è quella di ricavare qualcosa, anche investendo una piccola somma, segnatevi due sigle: Etf e Pac. La ricetta: scadenze lunghe e commissioni basse

A lungo chi si trovava a scegliere come investire piccole somme di denaro, diciamo attorno a 3.000 euro, ha avuto a disposizione una serie di strumenti classici: il conto corrente, i titoli di Stato, il libretto di risparmio o i buoni fruttiferi. Ma in questo momento non sono le migliori scelte possibili. I conti deposito, ad esempio, non sono investimenti appetibili perché le banche hanno minore esigenza di liquidità. Allo stesso modo, i rendimenti dei titoli di Stato sono ai minimi storici. Oggi conviene spostarsi da prodotti molto conservativi a soluzioni di investimento destinate ad orizzonti temporali più lunghi. Due esempi: gli Etf e i Pac.

Continua a leggere su MoneyFarm

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta