Basta con i manager: per reinventare tutto servono i designer

La fantasia al potere? Sì, ma unita a un solido senso pratico e alla nozione che ciò che è bello e ciò che è utile possono andare a braccetto sempre

Immaginate di trovarvi in questo scenario apocalittico: siete in piedi in mezzo a una strada della vostra città, intorno a voi tutto è crollato o appare fortemente usurato. Per fortuna sono tutti vivi ma, oltre alle case e ai palazzi, molte delle infrastrutture di mobilità e comunicazione sono inutilizzabili. Non capite cosa sia successo, più che un terremoto sembra che il motore del tempo improvvisamente abbia accelerato e che una spaventosa usura abbia aggredito ogni cosa della vostra società: non funziona più nulla. Vi state ancora guardando intorno quando vi accorgete di avere un telefono in mano, la batteria quasi scarica, potete fare una sola chiamata. Tra i vostri più cari amici avete un affermato designer (un progettista) e un grande manager (amministratore).
Chi chiamereste per prendere in mano questa scomoda situazione?

Lasciamo sospesa per un attimo questa domanda e iniziamo a tessere un ragionamento che spero porti tutti noi, unanimemente, a dare la stessa risposta.

Continua a leggere su Centodieci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta