Inflazione, borse, volatilità: tutte le previsioni per il 2018

Per l’anno che viene si possono tracciare degli scenari base: l’inflazione rimarrà bassa, le Borse cresceranno, anche se meno del 2017, la volatilità resterà ancora limitata. Ma le deviazioni da questi scenari sono dietro l’angolo, perché i rischi geopolitici sono molti

BANDAR AL-JALOUD / Saudi Royal Palace / AFP

Che succederà nel 2018 all’inflazioe, agli indici azionari e alla volatilità dei mercati? «È sempre pericoloso fare previsioni, specialmente sul futuro», avrebbe risposto il grande fisico Niels Bohr. Si possono tuttavia delineare degli scenari base e delle possibili deviazioni rispetto a questi scenari. Per esempio, sul fronte dell’inflazione, lo scenario base prevede che questa rimanga bassa per tutto il 2018. Sul fronte azionario che la tendenza rimanga positiva, sebbene su livelli inferiori al 2017. E che la volatilità, già molto bassa, si assesti al di sotto della sua media di lungo periodo. C’è star tranquilli? No, a vedere le deviazioni da questi scenari. I mercati azionari potrebbero vedere una correzione, inflazione e volatilità potrebbero innalzarsi. Le cause? Soprattutto di natura geopolitica.

(…)

Continua a leggere su Moneyfarm

L’inflazione in aumento, i profitti delle imprese in diminuzione, la stretta sulla politica monetaria e i rischi geopolitici: tutto ciò si potrebbe tradurre in un balzo in alto della volatilità nel 2018

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter