Vuoi investire in quadri o libri antichi? Non è una buona scelta

Investire in oggetti da collezione può far gola. Ma uno studio dimostra come il rendimento dei mercati azionari sia di gran lunga migliore rispetto a quello di oggetti come gioielli, oggetti d'arte e auto d'epoca

C’è chi investe nei mercati azionari, e chi preferisce investimenti alternativi. Come le persone che puntano sul rendimento a lungo termine di oggetti da collezione come vini, libri antichi, quadri, oggetti d’arte o auto d’epoca.

Ma questi investimenti sono in grado di far guadagnare di più rispetto alle azioni? In molti se lo chiedono, e a porsi la medesima questione è stato un gruppo di professori dell’Università di Cambridge, che ha condotto uno studio dal titolo “Dimson, Marsh, Spaenjers and Staunton” pubblicato da Credit Suisse.

Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

C’è chi investe nei mercati azionari, e chi preferisce investimenti alternativi. Come le persone che puntano sul rendimento di oggetti da collezione come vini, musica, libri antichi, quadri, oggetti d’arte o auto d’epoca

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta