Conti correntiPerché i tassi negativi fanno male ai tuoi risparmi in banca

Durante il 2019 la politica monetaria ha portato i tassi in territorio negativo, al fine di stimolare la crescita. Ma questo significa anche che i soldi fermi sul conto finiscono, nel lungo periodo, per essere erosi da costi e commissioni

È una tendenza che si è consolidata nel corso del 2019: la politica monetaria sta continuando a portare i tassi (ovvero i tassi di deposito delle banche centrali nazionali nell’orbita del sistema BCE) in territorio negativo. Questa è una strategia voluta dalla Banca centrale per stimolare la crescita economica. Ma il risvolto di queste tendenze finisce per impattare i conti correnti tramite un aumento dei costi.

Continua a leggere su Moneyfarm

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta