Dating DemIndovina con quale candidato democratico vado a cena

Incontri romantici con Sanders, Buttigieg, Warren, Biden e gli altri. La scrittrice newyorchese Nicole Najafi ha immaginato un appuntamento con ciascuno di loro. E ne ha tratto delle importanti lezioni che racconta in un thread esilarante su Twitter

MARIO TAMA / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

Nicole Najafi è andata per noi a un appuntamento con ciascuno dei candidati democratici.

BERNIE SANDERS

Ti viene a prendere a casa e ti porta da Gray’s Papaya in metropolitana. Ordina due Recession Special per un totale di 10,86 dollari e ti fa dividere il conto a metà (anche se lui ha preso una bibita grande). Ti grida in faccia per tre ore. Tu vai a casa e piangi stretto al cuscino per sei.

ELIZABETH WARREN

Vi incontrate alle 6 del mattino di domenica per una camminata. Ha preparato un kit di primo soccorso e snack senza zuccheri aggiunti. Si è premurata di portare una visiera in più. Dopo il chilometro otto, ti stanchi e chiedi di riposare. Lei continua senza di te.

JOE BIDEN

Ti porta a cena nel Meatpacking District. Prima ancora che tu sia arrivata, ti ha ordinato un cosmopolitan, come in quella «nuova serie Sex and the City». Parla tutta la notte di un club stupendo in cui il suo amico Barack ha un tavolo e «può farci entrare». Ma Barack non si fa vedere.

MICHAEL BLOOMBERG

Non si presenta ma paga la cena a tutto il ristorante. Ti manda un messaggio di scuse in spagnolo.

TOM STEYER

Condividete un vegan samosa a un ristorante Rifiuti zero. Un altro tipo ci prova con te mentre lui è in bagno. Tom torna e dice che non vuole mettersi in mezzo. Se ne va a casa su una Citi Bike.

AMY KLOBUCHAR

Arriva in tempo, ride a tutte le tue battute e ti chiede cose profonde su di te. Eppure non puoi fare a meno di scrivere sotto il tavolo al tuo amante. Salti il dolce e vai direttamente a casa sua.

TULSI GABBARD

Ti scrive alle 11 di sera e chiede di incontrarsi allo strip club. Prenota una stanza privata e ordina bottiglie di champagne. Ti svegli tre giorni dopo, senza un centesimo. E capisci di essere finito nel film “Le ragazze di Wall Street”.

ANDREW YANG

Ti porta all’inaugurazione di un ristorante e paga in Bitcoin. Lo porti a una festa dove non conosce nessuno. Entro la fine della serata tutta la stanza canta in coro il suo nome, con lui che gioca a una gara di bevute.

PETE BUTTIGIEG

Ti porta a un ristorante afghano e ordina tutto parlando in dari. Un uomo di colore passa vicino e lui gli fa: «Bella frate». Esci dal pronto soccorso alle 5 del mattino.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020