AcomeAChe cosa sono le azioni FAANG, e perché potremmo essere davanti a una nuova bolla speculativa

I colossi del tech - Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google - e le loro posizioni monopolistiche nei mercati hanno comportato una crescita eccezionale anche dei loro titoli in Borsa, tanto da arrivare a temere uno sbilanciamento eccessivo. Ma qual è la realtà?

Yana Paskova / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

Nel giro di pochi anni, i giganti americani del tech – Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google, riuniti sotto l’acronimo FAANG – grazie alle loro performance hanno conquistato i mercati finanziari a livello globale. Ma l’acquisto forsennato di titoli, sull’onda di questo successo, è visto dagli esperti come potenzialmente portatore di una nuova bolla speculativa, come già successo in passato nel caso del mercato immobiliare, per esempio, o della corsa dell’oro alla degli anni ‘70.

Siamo davvero in presenza di una bolla speculativa? Scoprilo su Risparmiamocelo.it

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta