Italia chiusaSlitta il consiglio dei ministri

Tutti i fatti, i numeri e le dichiarazioni

Il governo è riunito per approvare il decreto che contiene le misure economiche per affrontare le conseguenze del Coronavirus, ma il Consiglio dei ministri, previsto per stamattina, non è ancora cominciato. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha spiegato che probabilmente «faremo notte». Prima del Consiglio dei ministri è stato riunito un lungo pre-consiglio, iniziato intorno alle 16 e ancora in corso.

Lo ha comunicato il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, nella consueta conferenza stampa. Nella foto i dati regione per regione

I dati sono stati comunicati dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera: «I ricoverati in ospedale sono 4.898, più 602 rispetto a ieri, c’è una crescita costante ma non esponenziale. In terapia intensiva abbiamo avuto un aumento di 25 persone, un dato molto più ridotto rispetto alla media di 45. Non cantiamo vittoria, visto il numero di decessi».

Lo ha comunicato il ministero degli Esteri. La decisione sta creando non pochi problemi ai cittadini europei, in particolare francesi, che lavorano o vanno in vacanza nel paese, e non hanno possibilità di rientrare a casa

Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca ha disposto con un’ordinanza la quarantena per tutta la popolazione e divieto di entrata e uscita per il comune di Ariano Irpino (Avellino): «Visto l’aumento dei contagi verificato dai dati riferiti al comune della provincia di Avellino. Si è ritenuto indispensabile e urgente applicare una misura rigorosa per isolare il focolaio. Chiediamo a tutti i cittadini – ha detto De Luca – di collaborare per il contenimento del contagio e quindi per il rispetto di questa e delle altre ordinanze».

Martedì gli esponenti delle federazioni europee di calcio si riuniranno in video conferenza per decidere se tenere o meno l’europeo, previsto per quest’estate in 12 paesi europei dal 12 giugno al 12 luglio. È probabile che venga decretato il rinvio, come ha spiegato il presidente della Fgci Gabriele Gravina, in collegamento a Sportmediaset XXL: «Cercheremo di arrivare alla fine di questo campionato perché è più giusto e corretto dare una definizione ai tanti investimenti e sacrifici delle nostre società. C’è la discriminante legata all’Europeo, per il quale gli investimenti e le aspettative sono molto alte. Martedì affronteremo questo tema: il principio primario è la tutela della salute. L’Italia è in questo momento due settimane più avanti, gli altri probabilmente non hanno ancora l’esatta dimensione delle cose. Proporremo alla Uefa di soprassedere alla disputa dell’Europeo».

Il cancelliere Sebastian Kurz lo ha annunciato durante una seduta straordinaria del Parlamento, convocato per approvare delle misure simili a quelle italiane. Saranno chiusi non solo i negozi, ma anche ristoranti. Lo stop riguarda anche parchi giochi e campi sportivi. Come in Italia, saranno consentiti solo spostamenti inderogabili. È previsto anche lo stop dei voli di linea verso Russia, Ucraina e Gran Bretagna.

I 35.000 comuni francesi sono andati regolarmente al voto, nonostante la decisione del governo di chiudere tutti i negozi non essenziali, bar, ristoranti, locali e di disporre limitazioni alla libertà di circolazione. A mezzogiorno l’affluenza è del 18,38% contro il 23,17% del 2014 il 23% del 2008.

A Parigi il calo dell’affluenza è molto contenuto: soltanto -1,1% rispetto al 2014.

156.400 persone hanno contratto il coronavirus nel mondo secondo i dati ufficiali comunicati dal governo; i contagiati reali potrebbero essere già molto di più, visto che non in tutti i paesi è prassi effettuare tamponi ai possibili casi asintomatici, e non in tutti i paesi le strutture sanitarie sono in grado di reggere il ritmo di diffusione del virus. I deceduti sono 5.833.

L’Italia non ha più collegamenti aerei con gran parte del mondo e questo pone un problema serio agli italiani che si trovavano all’estero per motivi di lavoro o in vacanza. L’Unità di crisi del ministero degli Esteri sta lavorando per cercare una soluzione, come ha spiegato su Facebook il ministro Luigi Di Maio: «La situazione è complessa perché tantissimi voli vengono cancellati in continuazione e molti Paesi stanno chiudendo i confini, ma siamo già riusciti a risolvere molte situazioni, a rimpatriare giovani, famiglie con bambini e contiamo di trovare tutte le soluzioni al più presto. Nel caso non sia possibile fare affidamento sui voli, stiamo lavorando per garantire viaggi in pullman e in nave e sto parlando con i miei colleghi ministri degli Esteri per assicurare che ogni singolo caso venga risolto».

In queste ore sono partite anche iniziative estemporanee come quella promossa da Susanna Ceccardi, candidata leghista alla presidenza della regione Toscana, e Gian Marco Centinaio, ex ministro dell’Agricoltura, che hanno noleggiato un autobus per riportare in Italia 50 italiani andati in vacanza a Fuerteventura e ora bloccati in Spagna, all’aeroporto di Barcellona. I due leghisti violerebbero quindi le disposizioni del governo, che impedisce la circolazione se non per comprovate esigenze di lavoro o necessità di salute.

Il pacchetto prevede misure per circa 15 miliardi che dovrebbero accontentare soprattutto lavoratori dipendenti e famiglie. Linkiesta ha riassunto tutti i provvedimenti in questo articolo.

Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana, ha reso noto di aver già ordinato 3.800 ventilatori polmonari, ne ha reso disponibili in pronta consegna ulteriori 300, e ha contrattualizzato forniture per oltre 30 milioni di mascherine chirurgiche, 7 milioni di guanti, 13 milioni di tute, calzari, cuffie e camici. Infine, kit per oltre 390 mila tamponi e più di 260 kit diagnostici corrispondenti a oltre 67 mila test.

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, ha concesso a Repubblica un’intervista molto critica nei confronti del governo. Secondo il presidente lombardo Roma sta sottovalutando la situazione di stress a cui è sottoposta la sanità regionale: «Credo che ci sia una percezione sbagliatissima a Roma e non solo. La situazione è oggettivamente gravissima, il virus è subdolo, scompare e ricompare e colpisce duro. Siamo agli sgoccioli dei letti per la terapia intensiva, l’assessore mi dice che sono poche decine».

In Lombardia 732 persone sono ricoverate in terapia intensiva, con un tasso di saturazione molto elevato. Secondo l’assessore al Welfare, Giulio Gallera, gli ospedali «sono vicini al punto di non ritorno. Abbiamo pochissimi posti liberi nelle terapie intensive, ormai siamo nell’ordine di quindici, venti a disposizione. Se ogni giorno arrivano 85 persone in terapia intensiva e ne escono due o tre, è evidente che tutto questo non è sufficiente».

Il 14 marzo la protezione civile ha comunicato che in italia risultano 17.750 persone positive al coronavirus, 3.497 in più rispetto al 13 marzo. I casi totali, che sommano i positivi attuali, i guariti e i deceduti sono 21.157persone hanno contratto il virus Covid-19. I decedute sono 1.441 (+175 rispetto al giorno precedente), i guariti 1.966 (+527). I pazienti in terapia intensiva sono 1.518, i ricoverati con sintomi 8.372 ricoverati con sintomi, mentre 7.860 persone sono in isolamento domiciliare.

La malattia continua a colpire anche la politica: Anna Ascani, viceministra dell’Istruzione e Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, sono risultati positivi al virus e stanno osservando la quarantena.

La Spagna e la Francia hanno deciso di adottare provvedimenti simili a quelli italiani. Le scuole sono chiuse, così come i bar, ristoranti, negozi che non vendono generi di prima necessità, discoteche e altri luoghi suscettibili di dar vita ad assembramenti. Ciononostante, in Francia si stanno tenendo le elezioni comunali in tutto il paese.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta