C’è posta per teCome si ritira la pensione alle Poste, con la quarantena

A fronte dell’emergenza sanitaria ci sono nuove modalità di riscossione. Saranno accreditate il 26 marzo e ritirabili da oltre 7000 Postamat. Per coloro che invece non possono evitare di ritirarla in contanti agli sportelli è prevista una turnazione in base alla lettera iniziale del cognome

Poste Italiane ha reso note le modalità di ritiro delle pensioni per il mese di aprile a fronte dell’emergenza da coronavirus. La società chiarisce che le pensioni saranno accreditate il 26 marzo e ritirabili da oltre 7000 Postamat, senza bisogno di andare a uno sportello, per chi sia in possesso di un libretto di risparmio, di un conto Bancoposta o di una Postepay Evolution.

Per coloro che invece non possono evitare di ritirare la pensione in contanti agli sportelli dell’ufficio Postale, è stata organizzata una turnazione alfabetica: il 26 marzo saranno serviti allo sportello i cognomi dalla A alla B, il 27 dalla C alla D, la mattina del 28 i cognomi dalla E alla K. Per poi ripartire lunedì 30 marzo con le persone dalla L alla O, il 31 dalla P alla R mentre mercoledì 1 aprile si concluderà con i cognomi dalla S alla Z.

Poste Italiane ricorda inoltre che chi entra negli uffici, oltre a essere esclusivamente per il compimento di operazioni essenziali e indifferibili, dovrà in ogni modo seguire le buone norme di sicurezza, come indossare se disponibili i dispositivi di protezione personale, entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti e di tenere la distanza di almeno un metro sia in attesa all’esterno degli uffici sia nelle sale aperte al pubblico.


Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta