La grafica EurostatIn quali economie si sono specializzate le varie regioni europee

L’Elide, sulla costa occidentale della Grecia, è l’area più sviluppata in agricoltura, silvicoltura e pesca dell’Unione. Invece la Baviera è prima per costruzioni e assicurazioni

La pandemia avrà un impatto diverso sulle regioni europee perché ciascuna nel tempo ha visto le aziende locali specializzarsi su un settore rispetto a un altro. Le regioni specializzate nella pubblica amministrazione e nei servizi sanitari saranno colpite in modo diverso rispetto a quelle specializzate nei settori della distribuzione e del turismo.

Per esempio l’Elide, sulla costa occidentale della Grecia, è la regione europea più specializzata in agricoltura, silvicoltura e pesca nell’Ue. Nel 2017, il 24,3% del valore aggiunto lordo creato in Ileia proveniva dalla coltivazione di mais, pomodori e altri frutti e ortaggi, dal bestiame e dalla pesca (in particolare i calamari). Anche Silistra sul Danubio nella Bulgaria nord-orientale, con il suo terreno fertile, è specializzata in agricoltura, che rappresentato il 22,8% del valore aggiunto della regione nel 2017.

 

 

La città bavarese Neumarkt in der Oberpfalz vicino a Norimberga e München, ha la più alta specializzazione nella costruzione di tutte le regioni europee. Sempre in Baviera, la piccola regione di Coburgo è in cima all’elenco delle regioni dell’UE più specializzate nelle attività finanziarie e assicurative. Forse perché è la sede di una nota compagnia di assicurazione tedesca. Solo nel 2017 la metà (49,6%) del valore aggiunto lordo di Coburgo è stata generata da attività assicurative

Mentre la regione francese Mayotte, situata nell’Oceano Indiano, è caratterizzata da alta disoccupazione e bassa attività economica. Questo perché la pubblica amministrazione, la sicurezza sociale, l’istruzione, la sanità rappresentano circa il 55,7% del valore aggiunto lordo della regione.

Leggi il rapporto completo sul sito di Eurostat

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta