Cucina con GastronimikaRisotto alle verdure primaverili e fiori di zucca

Il vino della più piccola delle DOCG italiane e il piatto proposto dalla cucina della Tenuta di Artimino, per un abbinamento easy-to-drink che parla della bella stagione

Tenuta di Artimino

Ogni giorno vi raccontiamo una nuova ricetta da provare, costruendo insieme le nostre cene e cercando di imparare di giorno in giorno una tecnica, un tipo di cottura, un taglio sempre nuovi. Non diventeremo chef, ma sicuramente avremo nel nostro quaderno qualche nuovo grande classico di famiglia, da condividere nei prossimi mesi nelle cene con gli amici. Prima di cominciare, un unico imperativo: lavatevi bene le mani.

Ingredienti per quattro persone

250 g di riso carnaroli, 1 scalogno, 1 cipolla bianca, ½ bicchiere di vino bianco, brodo vegetale, 30 g di burro, 20 g di parmigiano grattugiato, 300 g di piselli, 100 g di baccelli, 4 asparagi verdi, 8 fiori di zucca, 8 pomodori ciliegini semisecchi, olio extravergine di oliva, sale , pepe

Procedimento

Tritate finemente la cipolla e rosolatela in olio in una pentola. Aggiungete 200 g di piselli e coprite di brodo, salate e lasciate cuocere per 10 minuti, quindi frullate la salsa e passatela al setaccio: servirà come base del risotto.

Tritate finemente lo scalogno e rosolatelo in una pentola con un filo di olio, aggiungete il riso, salate e tostatelo, sfumate con vino bianco e lasciate asciugare. Aggiungete il brodo e a metà cottura aggiungete i baccelli, i piselli rimanenti, gli asparagi ( tagliati a pezzetti ) e i fiori di zucca.

Fate cuocere in totale per 18 minuti, quindi spegnete il fuoco, aggiustate di sale e pepe e mantecate con burro e parmigiano grattugiato. Versate un mestolino di salsa di piselli nel centro di ogni piatto, disponetevi sopra il riso, completate con i pomodori semisecchi e servite.

La ricetta è della chef Michela Bottasso del ristorante Bigio Pignatta delle Tenuta di Artimino

Le colline toscane in primavera si vestono di profumi e colori: un inno alla gioia che si riflette in questo piatto proposto dalla cucina della Tenuta di Artimino, hotel di charme a pochi chilometri da Firenze. La Tenuta, che produce i suoi vini in Toscana nell’area del Carmignano, la più piccola delle DOCG italiane, propone in abbinamento a questo risotto il rosato Vin Ruspo “Barco Reale di Carmignano”, alternativa easy-to-drink al più importante Carmignano: un abbinamento che parla della bella stagione.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta