Cucina con GastronomikaFregula con cozze e arselle

La fregula sarda, una pasta di semola di grano duro e acqua a forma di piccole palline, che ricorda un po’ il cous cous, è la base di questo piatto che esalta i frutti di mare

Niedditas

Ogni giorno vi raccontiamo una nuova ricetta da provare, costruendo insieme le nostre cene e cercando di imparare di giorno in giorno una tecnica, un tipo di cottura, un taglio sempre nuovi. Non diventeremo chef, ma sicuramente avremo nel nostro quaderno qualche nuovo grande classico di famiglia, da condividere nei prossimi mesi nelle cene con gli amici. Prima di cominciare, un unico imperativo: lavatevi bene le mani.

Ingredienti per quattro persone

240 g di fregola artigianale, 300 g di cozze Nieddittas, 300 g di arselle miste (veraci e cuore), 100 g di pomodori maturi tagliati a cubetti, mezzo spicchio daglio, qualche foglia di prezzemolo, basilico, mezzo peperoncino fresco, 3 cucchiai di olio extra vergine

Procedimento

Cuocere la fregola in abbondante acqua salata per quattro minuti, scolarla e tenerla da parte. In una casseruola far aprire le cozze e le arselle con due cucchiai di olio extra vergine, un rametto di prezzemolo e poco aglio. Una volta aperte scolarle, recuperare lacqua di cottura, filtrarla e rimetterci dentro le e le vongole che avremo sgusciato.

In una casseruola fare un soffritto con prezzemolo tritato, poco aglio e un pezzetto di peperoncino, aggiungere i pomodori, qualche foglia di basilico e far cuocere per qualche minuto.
A questo punto aggiungere alla salsa un bicchiere dacqua e due mestolini di acqua di cottura delle cozze e arselle, far prendere bollore e aggiungere la fregola, continuare la cottura per due minuti, togliere dal fuoco e aggiungere cozze e arselle Nieddittas, due cucchiai di olio extra vergine e qualche foglia di basilico, aggiustare di gusto e servire.
Dovrà risultare bella brodosa come da tradizione.

Questa ricetta fa parte della tradizione sarda, ed è preparata con le cozze Nieddittas, il brand che gestisce l’intera filiera della mitilicoltura nel Golfo di Oristano, perfette per l’estate. Il profumo e il gusto intenso dei frutti di mare si abbinano molto bene alla fregula sarda, una pasta di semola di grano duro e acqua a forma di piccole palline. Lavorata a mano, la fregula sarda ricorda il cous cous, la sua consistenza è infatti grossolana e il suo sapore unico, dovuto alla tostatura ed essiccazione.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta