Cucina con GastronomikaOstrica e limone, bottarga e sedano, granita alla melissa

Sapida, carnosa, fresca, marina: questa ricetta esalta uno dei più amati frutti di mare e rende le ostriche ancora più buone. Con un sapiente uso di acidità e dolcezza, sapidità e morbidezza

Roberto Serra

Ogni giorno vi raccontiamo una nuova ricetta da provare, costruendo insieme le nostre cene e cercando di imparare di giorno in giorno una tecnica, un tipo di cottura, un taglio sempre nuovi. Non diventeremo chef, ma sicuramente avremo nel nostro quaderno qualche nuovo grande classico di famiglia, da condividere nei prossimi mesi nelle cene con gli amici. Prima di cominciare, un unico imperativo: lavatevi bene le mani.

Ingredienti per quattro persone

4 ostriche Nieddittas, 1/2 baffa di bottarga Nieddittas, 1 mazzo di sedano, 500 g di acqua, 200 g di zucchero, 40 g di melissa in foglie fresche, olio extra vergine di oliva

Procedimento

Aprire le ostriche con il coltello apposito, condire con un’emulsione di olio e limone e tenere da parte.
Tagliare a fette sottili il cuore del sedano, la parte più tenera, e condire con olio extra vergine di oliva e qualche goccia di limone, tagliare la bottarga a lamelle.
Creare uno sciroppo con l’acqua e lo zucchero e mettere in infuso la melissa, abbattere a -18°C e grattare con una forchetta.
Adagiare l’ostrica nel piatto di portata, il sedano con sopra la bottarga a lamelle e servire la granita in un bicchierino di vetro decorando con la foglia di melissa.

La ricetta light “Ostrica e limone, bottarga e sedano” è proposta dallo chef Roberto Serra per Nieddittas, il brand che gestisce l’intera filiera della mitilicoltura nel Golfo di Oristano. Le ostriche sono certamente uno dei frutti di mare più conosciuti e apprezzati. Considerate imperdibili da chi ama i sapori del mare e, in particolare, da chi ama il gusto dei frutti di mare, per apprezzarne appieno il gusto delicato, gradevole e salmastro, è preferibile consumarle crude. La bottarga è uno dei cibi più tipici della tradizione sarda, accostata al caviale da molti gourmet.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta