Made in ToscanaDolce Firenze & Toscana e il Budino al mango di Aya  

Da Gucci Osteria da Massimo Bottura a James Bradburne della Pinacoteca di Brera, al Dolcemar brevettato di Dario Capocchi, tra i protagonisti dell’ultimo libro di Veronica Triolo, che unisce storie e ricette per raccontare un intero territorio

Per scrivere il compendio di ricette Dolce Firenze & Toscana, Veronica Triolo, romana di nascita, ma da anni residente a Firenze, ha intrapreso un vero e proprio viaggio, raccogliendo le storie di fornai, gelatieri, pasticceri e produttori di qualsivoglia arte dolciaria. Prima e dopo il lockdown, infatti, l’autrice ha incontrato i protagonisti di ognuna delle sue storie e oggi spiega: «Questo progetto vuole essere anche una rivalutazione di capacità e doti individuali oggi considerate erroneamente non in prima linea: quelle che implicano “ mani e cuore”. Secondo un modello di lavoro basato sull’operare e costruire creativamente» .

Ogni racconto è accompagnato dalle illustrazioni di Ian P. Benfold Haywood, artista noto nel Regno Unito e specializzato nel settore dei libri per l’infanzia, e arricchito da contributi importanti come quello di James Bradburne, direttore generale della Pinacoteca di Brera, di Davide Paolini, Vito Mollica e Roberta Capua.

Abbiamo avuto l’occasione di sbirciare tra le pagine di Dolce Firenze e Toscana e regalarvi una ricetta presente nel libro:

Budino al mango di Aya  

per 8 porzioni – bicchierini

per la parte di mango

350 g  mango Alphonso tagliato a piccoli pezzettini

150 g latte

125 g panna

10 g gelatina in fogli

43 g zucchero

50 g latte condensato (già zuccherato)

per la parte al cocco

200 g latte

105 g panna

35 g zucchero

3,5 g gelatina in fogli

65 g farina di cocco

per la salsa mango: purea di mango, sciroppo (acqua:zucchero =4:1)

Ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda. In un pentolino versare il latte, la panna, lo zucchero e il latte condensato. Mescolare tutto e scaldare, ma non far bollire. Ritirare dal fuoco e immergere i fogli di gelatina sgocciolati e strizzati.

Freddare, mescolando con la spatola  (sotto la ciotola mettere un’altra ciotola con del ghiaccio). Aggiungere la purea di mango, filtrarlo in un colino.

Versarne nei bicchieri un po’ con i pezzetti di mango e alternare.

Per la parte al cocco: ammollare gelatina. Scaldare latte, panna e zucchero. Ritirare dal fuoco, aggiungere la farina di cocco, coprire con coperchio e lasciare riposare 10 minuti. Filtrarlo poi  in un colino, aggiungere la gelatina e  lasciar raffreddare fino a che il composto solidifichi al punto giusto.

Versare sopra il composto di mango.

Lasciare in frigorifero per 3-4ore. Versare la salsa di mango (un pochino).Mettere i pezzi di mango e menta.

 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia