Il crowdfunding di Intesa SanpaoloFor Funding è la piattaforma che ha raccolto più donazioni in Italia

Nel 2020 il servizio dell’istituto di credito che consente di donare e prestare denaro a soggetti del Terzo Settore in modo diretto, senza l’utilizzo di intermediari e senza commissioni ha raccolto 9,76 milioni di euro: secondo il report di Starteed è il miglior risultato a livello nazionale nella tipologia Donation e Reward

Lapresse

Il 2020 è stato un anno difficile per tutti, la pandemia ha cambiato abitudini e tempi della vita di tutti i giorni. La crisi ad esempio ha spinto molte persone al risparmio e a una gestione più attenta della propria economia. Ma i tempi difficili hanno anche avuto un riflesso positivo sotto forma di gesti di solidarietà, di aiuto e di sostegno come il crowdfunding, che si è dimostrato uno strumento resiliente e utile anche a integrarsi con i sistemi di finanziamento tradizionali.

In Italia la piattaforma di crowdfunding che ha raccolto di più è For Funding di Intesa Sanpaolo, con 9,76 milioni di euro raccolti durante il 2020: il miglior risultato tra le 25 piattaforme italiane della tipologia Donation e Reward secondo il report 2020 di Starteed “Il crowdfunding in Italia”.

«In tre anni di attività forfunding.it ha raccolto complessivamente 13 milioni di euro, di cui 5,3 milioni solo per l’emergenza Coronavirus», dice Andrea Lecce, Responsabile Sales & Marketing Privati e Aziende Retail Intesa Sanpaolo.

Nel report di Starteed, che conteggia le piattaforme di diritto italiano, emerge anche l’aumento della propensione al dono degli italiani – rivolta non solo a campagne destinate all’emergenza sanitaria – e la costante crescita del lending (+75%), ovvero il prestito di capitali: proprio dal lending deriva più della metà della raccolta del crowdfunding.

Nata tre anni fa, For Funding consente alle persone – fisiche e giuridiche – di donare e prestare denaro a soggetti del Terzo Settore in modo diretto, senza l’utilizzo di intermediari e senza commissioni a carico del donatore o del beneficiario. Inoltre, tramite la propria organizzazione e infrastruttura, Intesa Sanpaolo garantisce sicurezza e trasparenza, con una rendicontazione pubblica sia sull’andamento della raccolta, sia sul successivo utilizzo del denaro.

«Circa 56 mila persone o aziende – spiega Andrea Lecce – hanno contribuito con la loro generosità a sostenere le oltre 200 iniziative che abbiamo selezionato. For Funding assolve il compito di mettere in connessione donatori e organizzazioni Non-Profit, confermando la vocazione della Banca a sostenere importanti progetti di solidarietà sociale. In occasione dell’emergenza sanitaria, la piattaforma ha giocato un ruolo fondamentale con ventidue campagne di raccolta relative al Covid-19 che si sono aggiunte al nostro grande impegno diretto per la sanità italiana e per il sociale. Inoltre, da luglio insieme a Mastercard il progetto si è esteso sui canali digitali attivando le donazioni anche tramite gli sportelli Atm».

Il report “Il crowdfunding in Italia” nasce nel 2015 come una mappatura delle principali tendenze del mondo della raccolta fondi in Italia, negli anni è diventato un punto di riferimento per l’analisi dello stato di salute dell’intero settore.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta

Linkiesta PaperIl nuovo numero quintuplo de Linkiesta Paper – ordinalo qui

In edicola a Milano e a Roma dal 4 marzo, oppure ordinabile qui, il nuovo super numero de Linkiesta Paper questa volta è composto di cinque dorsi: Linkiesta, Europea, Greenkiesta, Gastronomika e Il lavoro che verrà.

Con un inserto speciale su Alexei Navalny, un graphic novel di Giovanni Nardone, l’anticipazione del nuovo libro di Guia Soncini “L’era della suscettibilità” e la recensione di Luca Bizzarri.

Linkiesta Paper, 32 pagine, è stato disegnato da Giovanni Cavalleri e Francesca Pignataro. Costa dieci euro, più quattro di spedizione.

Le spedizioni partiranno lunedì 1 marzo (e arriverrano entro due giorni, con corriere tracciato).

10 a copia