Unione GastronomicaUna ricetta per l’Europa

Lo scambio fisico, gastronomico e culturale dei professionisti della cucina è uno dei modi possibili di costruire l’Europa, partendo dal cibo e dal vino

Unsplash

Per rafforzare il sentimento europeo, che passa necessariamente anche dalla cucina e dalle tradizioni culinarie locali, Gastronomika racconterà come gli scambi tra cuochi siano un veicolo di arricchimento delle culture nazionali e di integrazione.

Con gli articoli raccolti in questo dossier e con una serie di videointerviste rilanciate dai nostri profili Instagram e da quelli del Parlamento Europeo in Italia, iniziamo oggi a raccontare le storie delle persone che hanno viaggiato portando con sé cultura, piatti, ingredienti, ricette, e capiamo come questo scambio sia uno dei modi possibili di costruire l’Europa, partendo dall’enogastronomia e dal cibo.

Storicamente è sempre successo che i cuochi fossero personaggi in grado di trasportare sapere e cultura, al seguito dei politici e dei reali: oggi la dimensione gastronomica personale di tanti giovani che viaggiano con il loro bagaglio di ricette può diventare veicolo di scambio, di conoscenza e quindi di integrazione su solide basi comuni. Facendo conoscere tradizioni e ingredienti diversi si può creare un’Europa unita, partendo dalla tavola.

#UsaIlTuoVoto 8 e 9 giugno!

 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter