PAPAGENO - Incursioni nella musica d’oggiIl jazz in Bocconi non convince, ma questa sera ci risolleviamo con Alderighi

In questi giorni (dal 18 al 22) la Bocconi presenta Ah-um Milano Jazz Festival, kermesse musicale giunta alla nona edizione. Stefano Pirovano, critico d'arte e per quest'occasione inviato di Papage...

In questi giorni (dal 18 al 22) la Bocconi presenta Ah-um Milano Jazz Festival, kermesse musicale giunta alla nona edizione. Stefano Pirovano, critico d’arte e per quest’occasione inviato di Papageno (grazie!), ci racconta:

Il concerto di ieri sera alla Bocconi della BJBU & Friends band è stato una delusione. Non sono bastati gli interventi di Paolo Tomelleri, Emilio Soana, Paolo Alderighi, Stefano Bagnoli e altri nomi importanti del jazz italiano a far capire ai componenti stabili dell’ensemble che essere docenti, o ex allievi della blasonata Università, alla buona musica non basta. Così i prof sono andati avanti a suonare, e il concerto è sembrato un puro atto di vanagloria. Finito il repertorio di colonne sonore di vecchi telefilm sono persino scivolati nel più noioso dei blues, con Tomelleri e Soana che suonavano praticamente da soli. Dato lo spazio, il tono della serata, le risorse a disposizione, esperienza da dimenticare, almeno per quanto riguarda la buona musica.

Motivo in più per dirottarvi questa sera verso la Fondazione Pomodoro: alle nove concerto di Paolo Alderighi, giovane talentuoso pianista. Ieri spiccava tra i bocconiani, oggi mette in musica sette passi dell’Inferno di Dante. Ci vediamo lì.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta