MillelibriFabio Volo. Alla scoperta del mondo femminile.

Tanto per cambiare anche lui è nato il 23 e già per questo dovrei trovare in lui qualcosa di speciale, ma non è proprio così. Fabio Volo non gode di grande simpatia. Se chiedo ai miei amici cosa pe...

Tanto per cambiare anche lui è nato il 23 e già per questo dovrei trovare in lui qualcosa di speciale, ma non è proprio così.

Fabio Volo non gode di grande simpatia. Se chiedo ai miei amici cosa pensano di lui, non riscontro giudizi molto positivi, ma alla fine, chissà come, riesce sempre a scalare le classifiche dei libri più venduti e anche questa volta, con il suo ultimo romanzo Le prime luci del mattino, lo si trova proprio lì, all’ingresso delle più grandi librerie. E allora perchè non leggere anche questa sua ultima avventura? Già mi ero ricreduta quando mi avevano prestato Un posto nel mondo. Da lì avevo fagocitato tutti i suoi romanzi fino a questo.

L’ho letto in due giorni, ma non mi ha lasciato quelle belle sensazioni che ho provato al termine degli altri romanzi.

Sarà che questa volta la storia è un pò banale, sarà che la scrittura risulta poco scorrevole, sarà perchè forse non era il momento per leggerlo. Elena è stufa della sua vita, con un matrimonio arrivato al capolinea e la voglia di ritrovare se stessa. Finchè un giorno incontra Lui, quello che le farà provare brividi e passioni, quello che la farà rimettere in discussione.

Mi aspettavo di meglio, ma non vedo l’ora che esca il film Un giorno in più, tratto da uno dei suoi romanzi più belli!

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta