Sedicinoni«Libero» e «il Fatto Quotidiano» con lo stesso titolo in prima pagina. Coincidenze parallele.

Spesso vengono mosse accuse – beninteso, motivate – ai telegiornali italiani perché tendono ad assomigliarsi tutti. Quantomeno nei titoli di apertura del sommario. Ci si chiede come testate con lin...

Spesso vengono mosse accuse – beninteso, motivate – ai telegiornali italiani perché tendono ad assomigliarsi tutti. Quantomeno nei titoli di apertura del sommario. Ci si chiede come testate con linee editoriali e sensibilità giornalistiche diverse possano più volte proporre gli stessi temi e nello stesso ordine gerarchico.

In questo spazio dedicato al mondo televisivo, si consuma oggi una piccola e immeritata vendetta dell’informazione televisiva sulla carta stampata.

Ieri, infatti, il giornale «Libero» e «il Fatto Quotidiano» sono usciti con lo stesso titolo in prima pagina. Anche qui, due quotidiani afferenti ad aree politico-culturali molto distanti chiosano su un fatto attraverso la stessa battuta (che neanche Martufello, tra l’altro).

Le motivazioni potrebbero essere tante. Dalle sempre invocate “talpe” interne alle redazioni, al titolista in preda a un’estasi creativa. E molte altre. Ancora più serie, per di più.

Ma qui interessa innanzitutto l’impatto visivo dei due giornali accostati.

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Studenti 60€
Amici 120€
Sostenitori 600€
Benefattori 1200€
Maggiori Informazioni