Suum CuiqueQuei tre miliardi alla Guardia Padana, nell’agenda del pm

In un cassetto della procura di Milano c'è un foglio. L'ho visto con la coda dell'occhio. Dice: 1,5 milioni alla Guardia Nazionale Padana. Per un'idea sull'associazione finita (in sordina) nel miri...

In un cassetto della procura di Milano c’è un foglio. L’ho visto con la coda dell’occhio.

Dice: 1,5 milioni alla Guardia Nazionale Padana.

Per un’idea sull’associazione finita (in sordina) nel mirino dei magistrati che indagano sul magna-magna leghista, basta una ricerchina su Google. Risultato:

“SITO IN ALLESTIMENTO”

PER INFORMAZIONI CHIAMARE AL SEGUENTE NUMERO DI TELEFONO

Come sarebbe a dire “in allestimento”? Dove sono finiti i soldi girati da Belsito – così ritengono i pm – dalle casse della Lega a quelle della Gpn nel 2011? Un milione e 500mila euro, quasi un decimo dei 18 milioni di rimborsi elettorali a disposizione dell’ex tesoriere, buttati – si perdoni l’espressione – nel cesso. E meno male che la Gpn si definisce una “associazione di volontari senza fini di lucro”.

In realtà, la Guardia Padana ha anche un altro sito. Dove si legge che: l’associazione è nata nel 1998, è stata riconosciuta come onlus nel 2004 e svolge “gratuitamente” (virgolette d’obbligo, visti gli ultimi finanziamenti pubblici) compiti di protezione civile e socio-assistenziali. Ma quali sono le missioni “in aiuto delle popolazioni in pericolo, indipendentemente da razza, religione o credo politico” svolte dalla Gnp nel 2011?

– 2 esercitazioni (montaggio tende, interventi in acqua)

– 3 corsi di formazione per volontari (organizzati non dall’associazione, ma da enti locali: provincia e comune di Varese)

– presidio di una quarantina di eventi, tra feste di paese, fiere e sagre, mercatini, prove di evacuazione nelle scuole: il tutto con una media di 6-7 volontari impegnati per evento

Pochino, tutto sommato, per un’associazione che dispone di un elicottero, una piattaforma aerea cingolata, 6 pick-up, 8 autocarri, 3 furgoni, 5 quad etc… insomma un vero e proprio arsenale praticamente inutilizzato!

Sta’ a vedere che è proprio qui, nelle fatture delle concessionarie, che sono finiti i soldi (nostri) concessi da Belsito?
In effetti i pm hanno disposto accertamenti su (a memoria) “risorse girate al SinPa e altre associazioni per spese non strettamente legate alle campagne elettorali”, spese che potrebbero esser state “gonfiate per fare un favore ai fornitori”.

Un milione e 500mila euro, in ogni caso, sono una grossa cifra. Difficile da far sparire. Anche includendo i 100mila euro spesi per la “trasferta” della nazionale di calcio padana in Lapponia, organizzata nel 2011 dal presidente della Gnp Renzo Oropesa, i conti non tornano.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta