Una firma di tutto riposoFoto di Vasto? L’espressione vince il premio di marketing autolesionista

Non sono un esperto di marketing politico, ma qualcosa ne so: ebbene, mi sembra che l’espressione “Foto di Vasto”, usata per indicare l’unione nel centro-sinistra tra Partito Democratico, Italia de...

Non sono un esperto di marketing politico, ma qualcosa ne so: ebbene, mi sembra che l’espressione “Foto di Vasto”, usata per indicare l’unione nel centro-sinistra tra Partito Democratico, Italia dei Valori e Sinistra e Libertà, vinca alla stragrandissima il premio della critica e del pubblico per autolesionismo strategico.

Piccolo esperimento: andate al bar e chiedete in maniera casuale agli avventori che cosa sia la “Foto di Vasto”. Azzardo che al massimo il 30 per cento vi dirà che ne sa qualcosa.

A parte questo, dopo l’esperienza che eufemisticamente direi “deludente” dell’Unione non è neanche molto chiaro quale sia il programma politico di questa benedetta “Foto di Vasto”, ammesso e non concesso che una foto sia capace di progettare un programma politico.

Ma ritorno sul piano del marketing politico, cercando di salvare il salvabile: la coalizione “Foto di Vasto” si faccia d’ora in poi chiamare FdV, che perlomeno suona meglio.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta