Mondo CalcioTifo, su Facebook il Milan surclassa la Juve

Se ci si ferma al podio, la classifica del tifo su Facebook non regala sorprese: primo è il Barcellona, secondo il Real Madrid, terzo il Manchester Utd. Se si continua a scorrere la classifica, pe...

Se ci si ferma al podio, la classifica del tifo su Facebook non regala sorprese: primo è il Barcellona, secondo il Real Madrid, terzo il Manchester Utd. Se si continua a scorrere la classifica, però, qualche sorpresa salta fuori. In particolare per quanto riguarda il panorama italiano.

Sul social network più popolare del mondo pesa non poco la fama internazionale dei club e gli equilibri del tifo di casa nostra ne risultano stravolti: la Juve, che secondo l’Osservatorio del tifo può contare su oltre 28 milioni di sostenitori italiani, su Facebook deve accontentarsi di “solo” 4,5 milioni di fan (11° posto nel mondo), mentre il Milan – secondo in Italia con circa 16 milioni di tifosi – si rifà in campo virtuale, e internazionale, con oltre 12 milioni di tifosi (5° nella classifica generale dietro al Chelsea).

Le stime sono del sito brasiliano Futebol Finance, che periodicamente stila il suo “Futebol Facebook Index” .

La graduatoria – va precisato – tiene conto solo delle pagine ufficiali dei club, ma rappresenta un indicatore importante per quanto riguarda la visibilità e la portata del brand online di un club. Il campione, infatti, è vasto: contando solo i primi 100 club della graduatoria vengono inclusi 239 milioni di utenti della rete, ossia circa il 10 per cento della popolazione mondiale con accesso a internet (stimato in 2,4 milioni nel giugno 2012) e circa un utente di Facebook su quattro.

Al terzo posto tra le italiane c’è l’Inter (21° con 1,8 milioni di fan Facebook), mentre la Roma (27° con 1,3 milioni di fan) supera il Napoli (39° con poco più di 700mila supporter). La Lazio e la Fiorentina, invece, non entrano nelle prime 100 posizioni, potendo contare rispettivamente su poco più di 64mila e di 8mila fan.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta