ItaliAmo#ionondimentico le 5.978.000 vittime della Shoah

Oggi lascerò che siano i numeri a parlare, ed a voi ogni commento. Sempre che ve ne siano. Di seguito la mappa del genocidio (da ”Storia della Shoah” di Georges Bresson”). Dal numero degli ebrei al...

Oggi lascerò che siano i numeri a parlare, ed a voi ogni commento. Sempre che ve ne siano.

Di seguito la mappa del genocidio (da ”Storia della Shoah” di Georges Bresson”).

Dal numero degli ebrei all’inizio e alla fine della guerra si ha il bilancio delle perdite e la grandezza dell’orrore.

Polonia 3.350.000 uccisi 3 milioni
URSS 3.300.000 uccisi 1.350.000
Ungheria 725.000 uccisi 565.000
Romania 800.000 uccisi 280.000
Germania 530.000 uccisi 170.000
Cecoslovacchia 357.000 uccisi 260.000
Grecia 73.000 uccisi 67.000
Paesi Bassi 140.000 uccisi 105.000
Francia 330.000 uccisi 78.000
Jugoslavia 82.000 uccisi 60.000
Austria 250.000 uccisi 50.000
Bulgaria 50.000 uccisi 11.340
Albania 204 uccisi 12
Lussemburgo 3.500 uccisi 1.200
Belgio 65.000 uccisi 28.000
Norvegia 2.000 uccisi 800
Danimarca 8.000 uccisi 500
ITALIA 50.000 uccisi 7.600

Oggi, come ogni altro giorno, #ionondimentico perchè senza conoscere il passato non possiamo costruire il futuro.

Un futuro dove questo orrore non si ripeta.

Mai più.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020