Ebbri di libriLe mani sul Vaticano

In libreria, dal bancale dei libri apparentemente tutti uguali che urlano fin dai titoli di libri perduti, manoscritti segreti e misteri religiosi, mi lascio attrarre da questo volume che apparente...

In libreria, dal bancale dei libri apparentemente tutti uguali che urlano fin dai titoli di libri perduti, manoscritti segreti e misteri religiosi, mi lascio attrarre da questo volume che apparentemente ricade in pieno nella categoria: colori e caratteri sembrano confermare la mia impressione.
E invece l’abitudine di leggere la bandella con le informazioni sull’autore mi ricorda – avrei dovuto rammentarlo senza leggerlo – che Carlo Marroni, l’autore, è il vaticanista de Il Sole 24 Ore (qui edito da Rizzoli). Mi incuriosisco e rimango soddisfatto della scelta di comprarlo.
Il volume ha davvero poco del romanzo esoterico-religioso-settario, e nonostante la presenza di una bella, ricca e giovane esperta d’arte e di un giovane piacente monsignore, l’opera si rivela un resoconto asciutto e realistico (almeno per quanto possiamo immaginare, leggendo cronache e reportage) delle manovre politiche, finanziarie, giornalistiche e diplomatiche che precedono l’inizio di un conclave per l’elezione del nuovo papa e delle mediazioni e delle consultazioni nelle quali tutti gli attori coinvolti, dai cardinali ai giornalisti, dai banchieri ai politici, si tuffano con sapienza forgiata nei secoli. Le cordate geo-politiche e gli interessi finanziari sono descritti con dovizia di dettagli; in particolare, colpisce l’abilità dell’eloquio riportato, i mille modi di dire-non-dire e di dire-attraverso, la grande abilità dei cardinali coinvolti nei giochi in pieno svolgimento addirittura ben prima della morte del papa. Si mostrano le bocche di fuoco giornalistiche e finanziarie pronte a sparare senza sosta e senza limiti.
Insomma, la politica vaticana, quella di livello piú alto.
Buon lavoro dell’editor: sono pochissimi i refusi presenti nel volume.
La copertina, come accennato sopra, è “strillata” su toni cupi di colore.