La schiena di GinoIl Fatto Quotidiano ‘censura’ Napolitano (e il Meeting)

Soltanto due giorni fa, avevo sottolineato da questo blog il fatto 'significativo' che Giorgio Napolitano in un'occasione storica come quella del suo discorso davanti alle Camere avesse voluto ric...

Soltanto due giorni fa, avevo sottolineato da questo blog il fatto ‘significativo’ che Giorgio Napolitano in un’occasione storica come quella del suo discorso davanti alle Camere avesse voluto ricordare i giovani del Meeting di Rimini incontrati nel 2011.

Con sorpresa, questa mattina – leggendo un contributo di Carlo Grazioli su ilsussidiario.net – ho scoperto che Il Fatto Quotidiano ha ‘censurato’ proprio il riferimento del Presidente della Repubblica alla «grande assemblea di giovani» a cui aveva rivolto – in un momento assai delicato – i suoi primi inviti a ritornare alla realtà per consentire all’Italia di perseguire il bene comune.

Il quotidiano diretto da Antonio Padellaro non è nuovo ad accuse false – e mai rettificate – contro la kermesse riminese. Lo scorso anno, per esempio, fu il blogger Luca Conti (in arte @pandemia) a smontare la disinformazione del Fatto Quotidiano.

Questa volta, però, il problema è molto più grave proprio perchè dalla disinformazione si passa alla ‘censura’ del Capo dello Stato. Con un abile passaggio sugli applausi dell’aula, infatti, Il Fatto Quotidiano – come potete leggere confrontando il testo ufficiale di Napolitano e guardando il video sul canale Youtube del giornale di Marco Travaglio (qui sotto) – cancella dal discorso – che definisce “integrale” il riferimento.

 https://www.youtube.com/embed/wDWZURUPUIo/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Il riferimento di Napolitano, che piaccia o meno, era quella che nella professione giornalistica viene definita una notizia. Per questo, avevo deciso di sottolineare il passaggio. Purtroppo, devo tristemente constatare che Il Fatto Quotidiano ha deciso di non dedicarsi al giornalismo, ma alla ‘censura’. E, anche questa volta, credo che non arriveranno smentite o rettifiche.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta