E il Libano, dove va?

All’inizio di dicembre, scontri interconfessionali hanno provocato almeno 12 morti a Tripoli, la seconda città del Libano.  I feriti sono stati una settantina. Da mesi qui si fronteggiano le fazion...

All’inizio di dicembre, scontri interconfessionali hanno provocato almeno 12 morti a Tripoli, la seconda città del Libano.  I feriti sono stati una settantina. Da mesi qui si fronteggiano le fazioni sunnite schierate con l’opposizione siriana e quelle sciite-alawite solidali con il presidente siriano Bashar al Assad. Questo è solo uno degli ultimi episodi di violenza legati al conflitto siriano, che hanno colpito il Paese nel 2013.

Ecco le strisce del disegnatore (e musicista) di Beirut, Mazen Kerbaj.

*La striscia è stata pubblicata con il permesso dell’autore.

Beirut, incondizionatamente.

2011 – Purchè la crisi siriana non si trasformi in guerra civile
2012 – Purchè la guerra civile siriana non tocchi il Libano
2013 – Purchè gli “incidenti” di Tripoli siano passeggeri
2013 – Purchè gli incidenti di Tripoli, Saida, dei campi palestinesi, delle frontiere Nord e della banlieue non arrivino a Beirut
2014 (?) – Purchè il nostro immobile sia risparmiato

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter