Colpo di taccoHacker rubano la pagina facebook di Papa Francesco

Fa il cuoricino all'Islam, sostiene che non ci sia dio al di fuori di Allah, e addirittura racconta che a 17 anni ha avuto una ragazza... questi gli status apparsi sulla pagina facebook di Papa Fra...

Fa il cuoricino all’Islam, sostiene che non ci sia dio al di fuori di Allah, e addirittura racconta che a 17 anni ha avuto una ragazza… questi gli status apparsi sulla pagina facebook di Papa Francesco pochi minuti fa. L’unica spiegazione palusibile è che qualche hacker abbia deciso di prendere di mira la Santa Sede, provando a ridicolizzare la figura di Bergoglio. La pagina infatti ha un seguito notevolissimo: 1 milione e trecentomila fan nonostante non risulta che sia quella ufficiale. 

Di seguito una carrellata di screen shot che testimoniano quanto sta tuttora accadendo 

 

Avvenimenti del genere ci aprono ad una serie sconfinata di considerazioni, io mi limito a fare solo due osservazioni: 

1) È davvero così debole il sistema di sicurezza di facebook? Cioè possono farlo anche con Obama? Possono far dichiarare guerra a Putin nei confronti dell’America? 

2) Come reagirà Papa Francesco, risponderà con un sorrisone? Il solito gioviale sorrisone al quale ci ha abituato o distruggerà metaforicamente il secondo libro della Poetica di Aristotele come il padre Jorge di Umberto Eco? Confermando, come ne “Il nome della Rosa”, che della divinità non si può ridere. 

“Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus”

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta