Un cortile di Milano visto con gli occhi del portiereIl vecchio cane

  IL VECCHIO CANE Le tue zampe riflesse sull'autostrada. Guardi deluso la luna. Qualche amico ti aveva detto che sarebbe finita così e non gli avevi creduto. Sei lento, stanco. non sai dove andare,...

IL VECCHIO CANE

Le tue zampe riflesse

sull’autostrada.

Guardi deluso la luna.

Qualche amico ti aveva detto

che sarebbe finita così

e non gli avevi creduto.

Sei lento, stanco.

non sai dove andare,

rubi una lacrima a un camionista

che va quasi più lento di te,

Perché ha bevuto un po’ troppo.

Ti hanno lasciato libero,

libero di morire.

Nicola Montella

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club