Chi sono i padroni dell’acqua italiana?

Chi sono i padroni dell’acqua italiana?

Dopo il nucleare, l’acqua. Il governo ha annunciato, con il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, «un approfondimento legislativo» che potrebbe far saltare il referendum sulla legge Ronchi, riducendo quindi la consultazione del prossimo giugno al solo sì o no all’abrogazione della legge sul legittimo impedimento. Il comitato promotore “Due sì per l’acqua pubblica” ha protestato: «Un milione e quattrocentomila cittadini hanno firmato per potersi esprimere democraticamente su un tema di così grande interesse pubblico e ora il governo vuole negare questo diritto perché interessato unicamente a non far raggiungere il quorum sul tema Giustizia». Per vedere chi sono i padroni dell’acqua italiana clicca sulla nostra infografica.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020