Bce, Mario Draghi più vicino ma con riserva

Bce, Mario Draghi più vicino ma con riserva

Apertura del Financial Times dedicata alla Francia. Ieri il Governo del Paese ha deciso di bandire la tecnica di estrazione di combustibile fossile mediante fratturazione idraulica delle rocce. Secondo gli ambientalisti, la tecnica è altamente inquinante.
http://goo.gl/uYzcR

Finalmente, Angela Merkel rompe gli indugi e offre il suo appoggio alla candidatura di Mario Draghi a presidente della Bce. Il Ft in prima pagina analizza tempistiche e ragioni del disco verde tedesco sul numero uno di Bankitalia.
http://goo.gl/ZyIbo

Ampio spazio sulla prima pagina dell’edizione inglese del Ft a Raj Rajaratnam, hedge fund manager condannato a 20 anni di carcere dalla Sec , la Consob americana, per insider trading. I suoi profitti illeciti ammontano a 63 milioni di dollari. Tra i testimoni al processo, Lloyd Blankfein, numero uno di Goldman Sachs.
http://goo.gl/aTXyT

Il processo al fondatore dell’hedge fund Galleon trova ampio spazio anche sulla prima del Wall Street Journal. Il quotidiano si chiede come mai, per la prima volta, siano state utilizzate tecniche investigative riservate al crimine organizzato in un caso di insider trading.
http://goo.gl/I3g5y

Sempre in prima, il Wsj interpreta con sarcasmo l’endorsement di Angela Merkel a Mario Draghi, osservando che “la politica monetaria Ue sarà nelle mani di un governatore di una delle economie più deboli dell’Eurozona”.
http://goo.gl/oo3rM

Dopo il terremoto dello scorso marzo, Toyota sembra aver perso la sua capacità di produrre con successo in Giappone auto destinate al mercato globale. I dati della trimestrale mostrano una realtà difficile: profitti a meno 77% nel trimestre. L’analisi del Wsj.
http://goo.gl/raCrT

Il New York Times raccoglie le indiscrezioni sul contenuto del discorso che Obama terrà la prossima settimana sul futuro del mondo arabo dopo l’uccisione di bin Laden. Quale forma prenderà la politica estera americana?
http://goo.gl/AWOPU

Guantanamo dal volto umano. Il Washington Post spiega che la prigione simbolo delle atrocità commesse sui terroristi dall’amministrazione Bush potrebbe presto voltare pagina: saranno ammesse le visite dei familiari ai detenuti.
http://goo.gl/RLPtP

Il Boston Globe racconta l’ultima trovata dello Stato del Massachussett contro la dilagante obesità infantile: tassare bibite e caramelle per reperire fondi a favore della prevenzione cardiovascolare e degli stili di vita sani nelle scuole locali.
http://goo.gl/6OPWG

Il prossimo anno accademico sarà più salato per molti studenti inglesi, dice l’Independent. L’innalzamento delle tasse suscitò forti proteste represse duramente dalla polizia. Ora, però, sembra che il ministro dell’Istruzione potrebbe offrire degli incentivi last minute.
http://goo.gl/mZy56

Ritorna sulla scena mediatica la piccola Maddie McCain. I genitori, come rivela il tabloid The Sun, hanno scritto una lettera aperta a David Cameron per chiedere nuove ricerche della figlia scomparsa nel maggio 2007.
http://goo.gl/Ucc9s


Il settimanale francese L’Express continua a fare i conti in tasca al candidato socialista alla presidenza della Repubblica e attuale numero uno del Fmi Dominique Strauss-Kahn. Ora tocca alle sue proprietà immobiliari a Parigi.
http://goo.gl/2AaQS

Su Les Echos la prima mossa del nuovo presidente del colosso Fnac, Alexandre Bompard: un accordo per la distribuzione di libri e dischi negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie francesi. La concorrenza della rivale Virgin si fa sentire.
http://goo.gl/Y9PW4


Ampio spazio su El Paìs al terremoto che ieri sera ha colpito Lorca, nella regione di Murcia. Il bilancio è di otto morti e oltre 10mila sfollati. Il quotidiano racconta come hanno passato la notte i sopravvissuti.
http://goo.gl/Z6Quc


Silvana Koch-Mehrin, esponente del partito liberaldemocratico e vicepresidente del Parlamento europeo, si dimette per plagio. Un nuovo caso zu Guttemberg colpisce la politica tedesca. Ecco l’analisi di Die Zeit:
http://goo.gl/i6WtS

Parte oggi per un viaggio di due giorni a Kabul il primo ministro indiano Manmohan Singh. Tema centrale del ritorno in Afghanistan, dopo sei anni dall’ultima visita, il futuro del Paese dopo bin Laden. L’approfondimento dell’Hindustan Times.
http://goo.gl/60XqF
 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter