La disfatta di Zapatero fa il giro del mondo

La disfatta di Zapatero fa il giro del mondo

Il Wall Street Journal dedica la sua prima pagina al crollo elettorale di José Luis Zapatero, premier spagnolo. Si tratta della peggiore sconfitta alle amministrative per il Partito socialista iberico. http://goo.gl/BBTZW

Sul WSJ splendida analisi della situazione della Grecia, sempre più nel baratro, a cura di Irwin Stelzer. http://goo.gl/oUBWD

Oggi sul WSJ non si può non parlare anche del vulcano islandese Grimsvötn, che si è risvegliato. A rischio ci sono i voli di mezza Europa, che potrebbero essere bloccati causa cenere. http://goo.gl/lizfe

Il Financial Times, oltre ad aprire sulla situazione spagnola, non può che rimarcare come sia intensa la battaglia per la successione di Dominique Strauss-Kahn alla guida del Fondo monetario internazionale. In pole position c’è sempre Christine Lagarde, ministro della Finanze di Francia. http://goo.gl/ow1ui

LinkedIn si è quotata ed è già entrata nel mirino degli operatori più aggressivi. Ecco la visione del FT. http://goo.gl/Isudn

Interessante Lex Column del FT sulle “eccessive complicazioni” della Federal Reserve in campo bancario. Il tutto in attesa degli stress test. http://goo.gl/wrNNe

Il New York Times torna a parlare di morte e tornado. Ecco il reportage dal Missouri dove decine di persone hanno perso la vita dopo uno spettacolare tornado. http://goo.gl/Dkv69

Arriva un nuovo candidato alla presidenza statunitense: si tratta del repubblicano Tim Pawlenty. Ecco cosa ne pensa il New York Posthttp://goo.gl/s4Hue

Dal Washington Post un aggiornamento sulle parole del presidente Barack Obama sul conflitto mediorientale. Sempre puntuale. http://goo.gl/24VhN

Su Le Monde troviamo anche in questo caso la successione al Fmi. Ma c’è spazio anche per il garantismo su DSK. Ecco lo speciale. http://goo.gl/M66Zd

Da Libération troviamo invece il racconto della giornata a Cannes, dove ha vinto “The tree of life” di Terence Malick, che ovviamente non si è recato a ritirare il premio. http://goo.gl/edvVp

L’Independent spiega che 30mila utenti di Twitter potrebbero essere citati in giudizio da un avvocato scozzese. Ecco perché la Gran Bretagna trema… http://goo.gl/AbUQQ

Sul City A.M. un interessante storia. Londra è il miglior posto per le donne che voglio fare il gestore di un fondo hedge. Ecco perché hanno una marcia in più. http://goo.gl/qheF5

Dallo spagnolo El Pais, il reportage del giorno dopo delle elezioni, fra la festa del Partido Popular e la rabbia del Psoe, che perde tutto quello che poteva perdere. Ma a vincere è davvero il futuro del Paese? http://goo.gl/K1aaN

Dal tedesco Handelsblatt ecco come mai la situazione di Commerzbank, legata anche a quella ellenica, fa tanto paura alla Bundesbank. http://goo.gl/TXtH

Dal Jerusalem Post arrivano le parole di Saab Erekat, negoziatore palestinese: «Se i confini del 1967 erano un’illusione, la pace è un’illusione». http://goo.gl/MWooH

Per tutte le altre notizie della nostra rassegna mattutina, potete collegarvi via Twitter al nostro account @Linkiesta. Ogni mattina, dalle 8, ci saranno le principali notizie dal mondo.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter