7 agosto, bin Laden e un ricordo delle Twin Towers

7 agosto, bin Laden e un ricordo delle Twin Towers

7 agosto 1944

Stati Uniti. Per brevità lo chiamarono Harvard Mark I. Il nome completo era Aiken-IBM Automatic Sequence Controlled Calculator Mark I. Insomma, il primo calcolatore digitale automatico. Il nonno dei nostri computer non era molto compatto: lungo 16 metri, alto 2,4 e profondo mezzo metro. Pesava circa 4 tonnellate e mezzo. Poteva eseguire tre addizioni o sottrazioni al secondo, una moltiplicazione in 6 secondi, una divisione in 15,3 secondi e un logaritmo o una funzione trigonometrica in più di un minuto.

7 agosto 1974

Stati Uniti. Il funambolo francese Philippe Petit compie il gesto più eclatante della sua carriera, passeggiando senza alcuna protezione su una corda tesa a 417 metri e mezzo da terra. Come scrive nel suo libro «I limiti esistono soltanto nell’anima di chi è a corto di sogni». La sua impresa non è riproducibile. Come si vede dalla foto l’attraversamento avvenne tra le Twin Towers di New York.

7 agosto 1978

Stati Uniti. Il presidente Jimmy Carter dichiara l’Emergenza federale a Love Canal, sobborgo della città di Niagara Falls (a ridosso delle cascate, nello Stato di New York). Nel 1953 la Hooker Chemical (poi Oxy, Occidental Petroleum Corporation) aveva generosamente ceduto per il prezzo simbolico di un dollaro alcuni suoi terreni al locale board scolastico per la costruzione di scuole e asili. I bambini tornavano però sempre a casa con strane bruciature alle mani e alla faccia. Si scoprì che nel sottosuolo erano stati occultati fusti per un totale di 21mila tonnellate di pericolosissimi rifiuti tossici. L’incidenza della leucemia era in città del 33% (contro meno dell’1% del normale). Migliaia di abitanti furono  fatti evacuare e la zona venne circondata da una  cortina di filo spinato alta tre metri.

7 agosto 1990

Italia. L’impiegata romana Simonetta Cesaroni viene trovata uccisa. Inizia il «Giallo di via Poma», uno degli eventi di cronaca nera destinati ad appassionare gli italiani.

7 agosto 1998

Kenya. A Nairobi, e in contemporanea a Dar es Salaam (Tanzania), esplodono bombe ad alto potenziale contro le ambasciate americane. I morti sono 224, i feriti oltre 4.500. La firma è dell’allora quasi sconosciuta al Qaida e di bin Laden (nella foto ritratto nel monumento alle vittime in Kenya).

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter