“Chiunque sia il ministro, figurarsi se è Tremonti…” Parola di Galan.

“Chiunque sia il ministro, figurarsi se è Tremonti...” Parola di Galan.

“Il ministero dell’economia va tagliato in due parti, uno destinato alle entrate l’altro alle uscite. E’ sbagliato che sotto un unico ministro, oggi Tremonti, siano gestiti le entrate, le uscite e il potere di controllo delle uscite”. “Chiunque sia il ministro ma soprattutto se si tratta di Tremonti”. “Non è questione di simpatia, ma di una diversa visione della vita e della politica: io sono un liberale, Tremonti è un socialista”.
Giancarlo Galan, mentre Roma fremeva in attesa degli annunci del governo, parlava a Cortina, ospite “di casa” a CortinaIncontra. Del resto, della conferenza a tre Berlusconi-Tremonti-Letta, “nessuno mi aveva avvisato”. Non ha caso la discussione si intitolava “La politica? Xè un pastròcio!”. In italiano, diremmo che è un casino.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter