Ora è la Francia a far tremare il mondo

Ora è la Francia a far tremare il mondo

Oggi il Wall Street Journal apre sul terremoto delle Borse mondiali. Lo spettro del 2008, quando fallì Lehman Brothers, è ancora vivo e sono in tanti a chiedersi se da quei giorni neri a oggi siamo cambiato qualcosa. http://on.wsj.com/ojcpVs

Sul WSJ di oggi si parla della Francia. Come Italia, Spagna e Regno Unito, anche Parigi deve adottare misure di austerity. Se non lo farà, il downgrade del rating AAA potrebbe arrivare. http://on.wsj.com/n3a8J1

Sul WSJ troviamo anche la Cina. Secondo l’analisi del quotidiano finanziario newyorkese esiste il rischio di una stagflazione, il letale mix di inflazione e stagnazione economica. http://on.wsj.com/rn3T13

Il Financial Times sul nuovo bubbone di crisi nell’eurozona, la Francia. I timori sul rating transalpino spingono gli investitori ai realizzi, mentre il Governo di Nicolas Sarkozy corre ai ripari. http://goo.gl/gXNES

Il FT spiega come Facebook parte all’attacco dell’instant messagging. Ma c’è una domanda che tutti gli analisti si fanno: fino a quando durerà il fenomeno Facebook? http://goo.gl/dRxQ0

Dal FT arriva l’analisi su cosa sta succedendo in Siria, gli scontri di piazza, le chiusure all’Occidente e quello che potrebbe scatenare nello scacchiere geopolitico globale la crisi siriana. http://goo.gl/fUOS9

Con il Washington Post torniamo a parlare delle società di rating: Standard & Poor’s, Moody’s, Fitch. Ecco il ruolo politico che stanno assumendo sempre di più, specie dopo il downgrade statunitense. http://wapo.st/rbYMhH

Sul New York Times troviamo un confronto della crisi del 2008 e l’attuale. In entrambe c’è un problema di fondo: la liquidità mancante dovuta a una carenza di fiducia. http://nyti.ms/o4TU1x

Perché tutti stanno parlando di Singapore? L’agenzia di stampa Bloomberg prova a spiegarci perché, con un ampio servizio su una delle tigri asiatiche. http://bloom.bg/ohE7p2

Su Les Echos troviamo un servizio sulla sofferenza delle banche francesi, ieri nel mirino dopo le voci negative intorno a SocGen e Groupama. http://dlvr.it/fkpBl

Sul Le Parisien troviamo i timori di Parigi nei confronti della crisi sociale in Regno Unito. Torna lo spettro del 2005, le banlieus, e torna il malcontento di un’intera classe di giovani. http://tinyurl.com/3sgfguy

Dal Telegraph ecco l’analisi di cosa è successo il 10 agosto 2011, nella giornata più nera per i mercati finanziari. Tempesta perfetta? No, solo la crisi del debito. http://tgr.ph/nGvDIb

Il Guardian continua a proporre una completa copertura delle rivolte in Regno Unito. Il premier David Cameron continua con la decisione di usare metodi duri contro quelli che definisce solo dei delinquenti. http://bit.ly/qlSkHF

L’iberico La Vanguardia parla del rapporto fra Italia e Spagna, le due nazioni ora nel centro delle vendite da parte degli investitori di mezzo mondo. http://dlvr.it/fhv2J

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter