L’Italia declassata continua a far discutere

L’Italia declassata continua a far discutere

Il Wall Street Journal torna sui timori per l’economia italiana. Lo spunto arriva dal downgrade del rating sovrano di Roma da parte di Standard & Poor’s. E non manca un attacco nei confronti del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che ha duramente criticato l’agenzia di rating statunitense. http://goo.gl/3UWEl

Sul WSJ si parla nuovamente del colosso bancario elvetico UBS. Dopo la perdita record da 2,3 miliardi di dollari, sono vicine le dimissioni del numero uno Oswald Grübel, che sarebbe comunque stato sostituito dall’ex presidente della Bundesbank Axel Weber. http://goo.gl/CKQld

Sul WSJ troviamo anche la sempiterna guerra fra Facebook e Google. Il primo cambia e diventa più real-time, il secondo apre a tutti il suo social network Google+. http://goo.gl/EKJw6

Il Financial Times punta tutto sull’Italia e sulla crescita economica, considerato il vero male del Paese. “Servono riforme”, avverte il quotidiano londinese. Eppure, per ora non se ne sono viste. http://goo.gl/eP42F

Sul FT troviamo un Lex Column focalizzata sull’Italia. L’effetto domino derivante dal declassamento del debito sovrano italiano potrebbe scatenare un avvitamento mortale per l’eurozona. http://goo.gl/xosLT

A proposito di recessione, Roger Altman spiega tutti i motivi per cui sia Stati Uniti sia Europa stanno per affrontare nuovamente lo spettro post Lehman Brothers. http://goo.gl/YGQh1

Dal Washington Post una piccata risposta alle parole del presidente del Consiglio Berlusconi, secondo cui la colpa del downgrade è dei media. http://goo.gl/78SSq

Dal New York Times ecco una magnifica infografica per seguire la crisi europea dei debiti sovrani. Come è nata, come si è evoluta, come si evolverà. http://goo.gl/DLpd5

Anche il sito ProPublica non dimentica la crisi italiana. Secondo la premiata testata di giornalismo investigativo, gli stress test sulle banche americane avranno una grana in più: l’esposizione all’Italia. http://goo.gl/3RV3A

Su Le Parisien si parla del partito del presidente Nicolas Sarkozy, l’UMP. Mentre il partito socialista brancola nel buio, ecco le mosse del partito che ha la maggioranza. http://goo.gl/A2kEI

Su Le Monde si parla dei rischi legati agli asset italiani detenuti dalle banche francesi. Ecco perché fa così paura un avvitamento della crisi in Italia. http://goo.gl/o1Alp

Dal Telegraph arriva una promessa dal Primo ministro David Cameron: “Proteggerò la campagna inglese”. Ecco i piani di Cameron per farlo. http://goo.gl/U9TPj

Sul Guardian troviamo una magnifica infografica sulla crisi dell’eurodebito (ma non solo). Ecco quali sono i Paesi più a rischio, secondo i Credit default swap, i derivati che proteggono dal fallimento. http://goo.gl/tNJnQ

Dallo spagnolo El Economista arriva l’ammissione del premier José Zapatero sulla disoccupazione, la vera malattia del Paese: “È anche e soprattutto colpa mia”. 

Secondo il quotidiano tedesco Handelsblatt, un collasso della Grecia potrebbe costare meno che mantenerla in vita. http://goo.gl/ii7sB

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter