Berlusconi, Ronaldinho e il viagra della saudade

Berlusconi, Ronaldinho e il viagra della saudade

Vabbè, uno capisce tutte le perversioni di questa terra, magari le condivide anche, stira persino un sorrisino di circostanza quando sente che il Cavaliere aveva vestito Minetti e Faggioli da allegre suorine, ma poi pensa davvero che l’Amor Nostro è invecchiato male, male, male, se per eccitarsi aveva bisogno di conciare una delle Olgettine come Ronaldinho. Capite? Ronaldinho, un ex giocatore, roba da Viagra della nostalgia…