Samsung paga il miliardo a Apple in monete da 5 cent: non è vero, ma fa ridere lo stesso

Samsung paga il miliardo a Apple in monete da 5 cent: non è vero, ma fa ridere lo stesso

É circolata stamani una voce curiosa, secondo cui il colosso coreano Samsung avrebbe scelto un modo molto particolare per versare ad Apple il rimborso da un miliardo di dollari stabilito da una corte americana nei giorni scorsi: e cioè, facendo arrivare ai cancelli di Cupertino la bellezza di trenta camion colmi di monetine da cinque centesimi di dollaro. Secondo la “fonte” originaria della notizia, ripresa da diversi blog e siti di (pseudo)informazione, le monete sarebbero state, in totale, 21 miliardi, per un peso di centocinque milioni di chilogrammi.

Come non è difficile intuire, siamo al cospetto di una bufala bella e buona, che tuttavia non ha mancato di suscitare un certo scalpore e le ironie dei naviganti. La fonte originaria della “notizia” è il famoso sito di meme 9gag, secondo cui il tribunale che ha multato Samsung per il furto dei brevetti non avrebbe imposto al colosso della tecnologia nessun metodo di pagamento. Quei “simpaticoni” dei coreani, dunque, ne avrebbero approfittato per rifilare un bello scherzetto ai rivali americani, recapitando a Tim Cook una marea di monetine di rame, impossibili da contare, da trasportare e da versare in banca.

Sarebbe stato un curioso epilogo della vicenda che ha visto scontrarsi i due maggiori produttori di tecnologia al mondo. Il dibattimento, nato da una causa iniziata da Steve Jobs, che giudicava i brevetti degli smartphone coreani troppo simili ai propri, ha portato una corte di San Josè ad infliggere agli asiatici una multa di proporzioni bibliche (anche se lontana dalle richieste avanzate inizialmente da Apple, circa due miliardi e mezzo). I coreani avevano accettato la decisione senza scatenare polemiche, mentre Cupertino aveva applaudito la sentenza. Il pagamento, ad oggi, non c’è ancora stato: però – ne siamo sicuri – avverrà secondo metodi decisamente più tradizionali.