“Ho una pistola perché…”: ecco cosa dicono gli americani delle armi

“Ho una pistola perché…”: ecco cosa dicono gli americani delle armi

Dopo lo sgomento e la rabbia, dopo il dolore e la crudeltà, è il momento delle domande. A quattro giorni di distanza dalla sparatoria in cui Adam Lanza, vent’anni, ha ucciso ventisei persone nella scuola in cui lavorava la madre – rimasta anch’essa vittima della ferocia del figlio – l’America si interroga sulla possibilità di limitare la distribuzione di armi da fuoco. E come sempre dopo avvenimenti di questo tipo, l’opinione pubblica si divide a metà.

Nel Paese degli estremi, del resto, è difficile trovare una via di mezzo. E mentre a livello governativo regna l’incertezza – Obama spingerebbe per una nazione “pacifista”, ma la lobby delle armi è ancora troppo potente – i giornali alimentano la discussione tra le persone. Tra essi anche il Daily Beast, che ha rivolto ai suoi lettori una semplice domanda: perché possedete una pistola? Ecco alcune delle risposte più interessanti. Il forum di discussione completo lo trovate qui.

Ho una pistola perché…

…sono cresciuto sparando con la mia famiglia, mi piace. La storia, la meccanica, la pratica ed il collezionismo sono aspetti che mi interessano.
(B., Massachusetts)

…quando ce n’è bisogno, posso uccidere le persone.
(Anonimo)

…mi piace sparare e mi piacciono le pistole come oggetti tecnologici. Sono comunque favorevole al gun control, e non lo ritengo una misura “anti-pistole” più di quanto una patente di guida sia una misura “anti-macchine”.
(Jeremy, California)

…quando un demente ha cercato di abbattere la porta del nostro appartamento alle undici di un sabato sera, con mia moglie e mio figlio in casa, ho preso la mia pistola, ho spalancato la porta e gliel’ho puntata alla fronte. Un attimo dopo, stava scappando a gambe levate. Successe 35 anni fa.
(Insegnante, California)

…mi piace il tiro al bersaglio. Tutte le mie armi sono sotto chiave, e le munizioni sono conservate in una stanza separata. 
(Neal)

…quando è una questione di secondi, la polizia è sempre troppo distante.
(Anonimo, Oregon)

…le pistole sono bellissime.
(Anonimo)

…la Costituzione dice che posso.
(Anonimo, Indiana)

…viviamo in campagna. Una volta ho chiamato il 911 e ci hanno messo 40 minuti per arrivare, i vigili del fuoco 25 minuti. Ma non ho mai sparato ad un essere umano e non voglio farlo.
(Tabrt, Minnesota)

…credo che il possesso di una pistola sia utile per il mantenimento della democrazia, anche se odio l’NRA.
(Chris, Texas)

…vivo in un’area isolata con un tasso di criminalità in rapida crescita. Percorro grandi distanze in macchina e il cellulare prende a singhiozzo. Esercito il diritto di proteggere me stesso. La uso responsabilmente.
(Nic, Montana)

…mi fa sentire più sicura.
(Sara, Georgia)

…perché se anche non credi nella violenza non significa che nessuno ti farà mai del male. La razionalità non è un concetto applicabile ad una persona che ti entra in casa e ti stupra moglie e figlie.
(Wes, California)

…per protezione personale contro gli aggressori e contro la dittatura. Cioè le stesse ragioni per cui i nostri avi ci hanno garantito il diritto di possedere una pistola.
(Anonimo, Texas)

…amo la mia calibro 44, la cui sola vista, durante alcune questioni d’affari, ha fatto calmare un bel po’ di ragazzacci.
(Hank, Oklahoma)

…autodifesa. C’è un vecchio detto che dice: probabilmente non ti servirà mai, ma nel caso dovesse accadere, ne avrai un bisogno disperato.
(Jeff, Minnesota)

…ero un pacifista liberale, e ora non lo sono più.
(Anonimo)

…ho davvero bisogno di aiuto.
(Anonimo)

…gli uomini sono animali.
(Anonimo)

…preferisco averne una e non averne mai bisogno, piuttosto che averne bisogno e non averne una.
(Anonimo)

…la mia risposta preferita è “per le battaglie coi coltelli”. Ma la verità è che ho imparato a sparare quando avevo sei anni. Alcuni giocano a golf, altri a basket… io sparo.
(Anonimo) 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter