Monti vuole una export Bank (solo che esiste già e l’ha fatta il suo governo)

Monti vuole una export Bank (solo che esiste già e l’ha fatta il suo governo)

“Vedrei con favore la creazione di una export bank italiana che garantisca risorse e assicurazione commerciale alle aziende che esportano o investono all’estero”, invoca Mario Monti alla presentazione del Piano nazionale per l’export. Tutto bene, non fosse che quel polo esiste già, formato da Simest e Sace che sono state portate nel perimetro di Cdp – ironia della sorte – proprio dal governo di Monti. Come tocca precisare ad un imbarazzato Giovanni Gorno Tempini, amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti. 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter