E Monti sconfessò la corrente milanese degli ambrosoliani

E Monti sconfessò la corrente milanese degli ambrosoliani

Il montismo ha scoperto le correnti. Non si sa bene ancora a guidare quale e quanto popolo, ma certo tra i montiani c’è dialettica. Strana. Un gruppetto di fedelissime montiane del centro di Milano si tira dietro un gruppetto di simili maschi, e annuncia sostegno ad Ambrosoli a dispetto del candidato ufficiale Gabriele Albertini. Ma siccome ieri Bersani lo ha criticato sul punto della nostra forza in Europa (cioè: Casa Monti), oggi Monti – sempre tenendo le distanze da Maroni e Pdl, sia chiaro – ha sconfessato gli ambrosoliani.

A noi resta una domanda: è Monti che proprio non è un politico e quindi gli scappano di mano i suoi fan (non proprio scalmanati), o è Bersani che non ha rispettato un patto? 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta