Dijsselbloem come Giannino: falsi titoli a go-go

Dijsselbloem come Giannino: falsi titoli a go-go

Tutto il mondo è paese. Jeroen Dijsselbloem, l’olandese a capo dell’Eurogruppo, ha gonfiato il proprio curriculum con un Master of Arts (MA) alla Cork University. Un titolo mai preso, come ha specificato l’ateneo all’Irish Independent. Il MA in Business Economics di Dijsselbloem semplicemente non esisteva. Il politico olandese però ha lasciato che il suo curriculum vitae errato girasse dovunque, comprese le istituzioni europee. «È stato un errore di traduzione», si è difeso. Ma intanto, è riuscito a fare un altro danno, dopo la poco onorevole figura durante il suo primo vertice a capo dell’Eurogruppo, quello dell’introduzione del prelievo forzoso dai depositi delle banche di Cipro. E dalla Commissione europea sono sempre più le voci che vedono un epico ritorno del suo predecessore Jean-Claude Juncker… 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta