Finalmente Bazoli coronerà il sogno del Corriere?

Il banchiere è già molto influente nelle sorti del quotidiano

Apprendiamo dal Sole 24 Ore che, dopo le dimissioni di Gianpiero Pesenti, la presidenza del patto di Rcs spetta al membro più anziano. Ovvero Francesco Merloni, se non fosse che il figlio Paolo si è recentemente dimesso in polemica con le condizioni salva banche dell’aumento di capitale che l’assemblea dovrà approvare a fine maggio. E dunque l’ambita poltrona andrebbe a Giovanni Bazoli, presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo ed ex numero uno della finanziaria Mittel, due azionisti proprio del patto che lega i soci che contano della società editrice del Corriere. Coronando un sogno: Intesa non solo è tra i principali sponsor – oltre che nel consorzio di garanzia – del salvataggio di Rcs, ma lo stesso avvocato bresciano ha sottolineato l’importanza della sede storica di via Solferino, che Pietro Scott Jovane voleva (incautamente?) mettere sul mercato. Insomma, Bazoli è da tempo un top influencer nelle sorti del primo quotidiano italiano. Almeno con la presidenza del patto Rcs il suo ruolo diventerebbe esplicito. A meno che il diretto interessato non ritenga sconveniente, in questo momento, diventare capo di una compagine destinata inevitabilmente a sciogliersi. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta