Estate musicale, tutte le date dei concerti

Dagli stadi alle piazze

Un’estate ricca di musica, quella del 2013. L’Italia sarà percorsa in lungo e in largo dai tour dei suoi cantanti e di alcuni dei più ammirati musicisti internazionali. Luglio, in particolare, da questo punto di vista sarà un mese caldissimo.

Il dominatore degli stadi, quest’estate, sarà Jovanotti (prossima data a Milano il 19 giugno. L’ultima: il 20 luglio a Cagliari. In mezzo: Firenze, Roma, Salerno, Palermo, Pescara, padova, Torino), mentre Vasco Rossi si ferma a Bologna e Torino per poche date. A Roma, stadi a parte, sono quattro i poli d’attrazione per le serate in musica: l’Auditorium, con la Cavea all’aperto, dall’ottima acustica (“Luglio Suona Bene”); l’Ippodromo delle Capannelle, scenario di “Rock in Roma”; il Foro Italico, che presta il campo da tennis per “Centrale Live”; infine, con dimensioni più ridotte, “Roma incontra il mondo”, presso il laghetto di Villa Ada, dedicato a musicisti indipendenti e word music (con il ritorno di Morcheeba e Kings of Convenience).

A Milano, lo spazio più attivo è l’Ippodromo del Galoppo, con ingresso da piazzale Lotto. Ospiterà il festival “City Sound”, sponsorizzato da Alfa Romeo, in partenza il 10 giugno. Gli indipendenti sono di scena al “Carroponte” di Sesto San Giovanni e al circolo Arci Magnolia (Segrate). Più giù, in Emilia Romagna, Ferrara fa la parte del leone con “Ferrara Sotto le Stelle”, mentre a Bologna il Covo Club fino al 3 agosto mette su il “Bolognetti Rocks”, con un cartellone indie di tutto rispetto (tra gli ospiti stranieri: Black Rebel Motorcycle Club, Johnny Marr, Pere Ubu). Sempre sul fronte indie, non dimentichiamo l’Hana Bi a Marina di Ravenna e i suoi concerti di fronte al mare (da segnalare in particolare: Julia Holter il 29 luglio e Cloud Nothings l’8 agosto). 

Le regioni centrali, a parte il Summer Festival di Lucca, sembrano essere dedicate in particolare al jazz e alla musica italiana. In Toscana, “Pistoia Blues” (3-7 luglio) punta anche al di fuori del genere indicato nel nome del festival. L’“Arezzo Wave” (11-14 luglio) cambia location, e da urbano si fa campestre per ospitare alcuni dei migliori nomi di casa nostra, tra cui Max Gazzé e Ministri. Cambiando genere e regione, dal 5 al 14 luglio a Perugia si celebrano i quarant’anni dell’“Umbria Jazz”, evento rinomato e di grande successo. Il programma è ricchissimo: si va dall’esclusiva mondiale sui duetti di Herbie Hancock e Chick Corea a Diana Krall, da John Legend a Sonny Rollins, da Wynton Marsalis a Stefano Bollani, da Paolo Fresu a Jan Garbarek, e molto altro ancora. 

Il Nord è diviso tra pop (ovest) e jazz (est). Pop: nelle Langhe piemontesi, arriveranno nomi di rilievo per Collisioni, festival di Barolo, in provincia di Cuneo (5-9 luglio): Jamiroquai, Elton John, Elio e le Storie Tese, Perturbazione tra gli altri. Jazz: a Venezia, dal 13 al 18 luglio, si svolgerà il festival che in Keith Jarrett l’ospite d’onore (il 16 luglio, in trio con Jack DeJohnette e Gary Peacock). Per un’alternativa originale, ci si può spostare in Friuli, a Sesto Al Reghena (Pordenone), dove “Sexto’nplugged” (7-30 luglio) presenta nella cornice medievale di Piazza Castello alcune rinomate stelle dell’indie in versione acustica. Tra le più interessanti: Local Natives, Mùm, Thea Theardo & Blixa Bargeld.

Infine, il Sud. Ad agosto in Salento, punta estrema della Puglia, arriverà il momento della Notte della Taranta (6-24 agosto). Sempre ad Agosto, dall’8 all’11 in Sicilia, a Castelbuono (vicino Palermo), si svolgerà “Ypsig Rock”, giunto alla diciassettesima edizione. Un festival che porta bei nomi indie in una cornice inconsueta, ai piedi di un castello normanno. Oltre agli Editors, saranno di scena Local Natives, The Drums e Shout Out Louds.

In Sardegna, ancora jazz. Primo appuntamento: Parco della Musica di Cagliari con European Jazz Expo (24-26 luglio). Protagonisti, tra gli altri, Enrico Rava e Goran Bregovic. Secondo: il Time in Jazz di Berchidda, paese natale di Paolo Fresu (8-16 agosto), direttore-protagonista. Altra star: Ludovico Einaudi. Il programma del Neapolis Festival, a Napoli, è ancora in corso di definizione: per ora, la star è Tricky (25 luglio). 

Di seguito, una selezione dei concerti più interessanti di cantanti e band straniere, in ordine di data.

THE KILLERS
Ritornano i divi milionari di Las Vegas. A Roma e Milano sono accompagnati dagli inglesi Stereophonics, più vecchi e meno famosi.
11 giugno, Roma, Ippodromo Capannelle, 41,40 euro
12 giugno, Milano, Ippodromo del Galoppo, 41,40 euro
17 luglio, Lucca, Piazza Napoleone, 41,40 euro

LAMBCHOP
Non sono più dei giovanotti di primo pelo, Kurt Wagner e i suoi tanti compagni (una quindicina di musicisti!), ma risultano ancora semi-sconosciuti per il grande pubblico. Il loro alt-country suona tanto elegante quanto insolito.
Firenze, 19 giugno, Anfiteatro delle Cascine, da 23 euro

BURT BACHARACH
Ovvero, la canzone pop americana. Oggi 85enne, compositore leggendario, per decenni ha riempito le classifiche e le colonne sonore di hit che hanno fatto il giro del mondo.
20 giugno, Cremona, Piazza del Comune, da 46 euro
23 giugno, Roma, Cavea dell’Audotorium, da 40 euro

DEERHUNTER
Figure importanti del panorama indipendente americano, Bradford Cox e compagni sono più imprevedibili ed eleganti di molti loro colleghi. Rock d’avanguardia ma con la capacità di coinvolgere.
25 giugno, Segrate (Milano), Circolo Magnolia, 15 euro
26 giugno, Bologna, Covo Club, 17 euro

THE MUSE
Gli ultimi campioni dello stadium rock. Niente mezze misure: chi li ama alla follia, chi li considera dei fracassoni. Ma lo spettacolo è assicurato.
28 giugno, Torino, Stadio Olimpico, 48,88 euro
29 giugno, Torino, Stadio Olimpico (con Biffy Clyro), 48,88 euro
6 luglio, Roma, Stadio Olimpico, 57,50 euro

THE NATIONAL
Una delle migliori band americane in circolazione. Canzoni scure, malinconiche, a volte persino rabbiose, sempre di grande impatto emozionale. Al centro c’è la voce tenebrosa di Matt Berninger (tra le altre cose fonte di un culto femminile a dir poco inossidabile). E preparatevi a rimanere stupiti dalla sua esagitazione sul palco.
30 giugno, Roma, Cavea dell’Auditorium, da 30 euro
1 luglio, Milano, Ippodromo Lotto, da 33 euro

ANTONY & THE JOHNSONS
L’angelo grasso di New York ritorna a Roma con uno show intitolato “She’s so blue”. Non ne sappiamo ancora nulla, se non che sarà caratterizzato, come sempre, dalla delicatezza e dall’eleganza dei suoni. A fine estate calcherà il palco con Battiato, in due date (vedi sotto)
1 luglio, Roma, Cavea dell’Auditorium, 40 euro

BEN HARPER & CHARLIE MUSSELWHITE
Il vecchio con l’armonica e il giovane con la slide, insieme per un album e ora per un tour all’insegna del blue e della black music (non a caso l’etichetta del disco è la Stax).
3 luglio, Pistoia, Piazza Duomo, da 36,50 euro

IGGY POP & THE STOOGES
Che tristezza le reunion. No? No. Non sempre, almeno. Tra gli anni Sessanta e i primi Settanta, gli Stooges furono pioneri del rock più irregolare e sporco. E ancora oggi non sembrano aver perso l’antico furore.
4 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, 40,25 euro
11 luglio, Milano, Ippodromo Lotto, 40,25 euro

SANTANA
Al più famoso chitarrista messicano piace fondere blues, pop e ritmi latini. Il tour, seguendo una vena mistica che Santana non abbandona mai del tutto, si chiama “The Sentient”.
5 luglio, Piazzola sul Brenta (Padova), 35,70 euro
26 luglio, Milano, Ippodromo del Galoppo, 48,15 euro
27 luglio, Roma, Centrale del Tennis, 58,50 euro

BEADY EYE
Unica data per gli ex Oasis guidati da Liam Gallagher. In scaletta i pezzi del nuovo disco, segnato dalla produzione psichedelica di Dave Sitek (dei Tv on Radio).
6 luglio, Pistoia, Piazza Duomo, 40 euro

LEONARD COHEN
Non si è mai visto un poeta ultrasettantenne così agile e scattante, instancabile per tre ore di spettacolo. Del repertorio classico (ispirazione per tutti i cantautori venuti dopo) non rimane fuori quasi nulla, gli arrangiamenti sono curatissimi e Cohen ha una voce unica.
7 luglio, Roma, Centrale del Tennis, da 57,50 euro
9 luglio, Lucca, Piazza Napoleone, 46 euro

CAT POWER
Non si sa mai cosa aspettarsi con Chan Marshall. Ma ha scritto canzoni belle da far male. Cantate con una voce che, come si suole dire, renderebbe interessante anche l’elenco telefonico.
7 luglio, Sesto San Giovanni (Milano), Carroponte, 18 euro
8 luglio, Roma, Cavea dell’Auditorium, 23 euro

STING
Il tour s’intitola “Back to Bass”, formula che pare fatta apposta per rendere felici i tanti ammiratori dell’ex leader dei Police, virtuoso dello strumento.
8 luglio, Verona, Arena, da 46 euro
9 luglio, Roma, Centrale del Tennis, da 63,25 euro
29 luglio, Cattolica, Arena della Regina, da 40,25 euro

LUMINEERS
Successo a sorpresa nelle radio italiane (e non solo) per questi revivalisti folk provenienti dal Colorado. Il loro album d’esordio è uscito poco più di un anno fa.
9 luglio, Segrate (Milano), Circolo Magnolia, 23 euro (biglietto festival)

TAME IMPALA
Alfieri australiani della psichedelia. Più che un concerto, sarà un trip, tra sperimentazione e nostalgia sixties. Il loro Lonerism è stato, secondo molti, l’album più bello del 2012.
9 luglio, Ravenna, Rocca Brancaleone, da 22 euro
10 luglio, Segrate (Milano), Circolo Magnolia, 23 euro (biglietto festival)
13 agosto, Sestri Levante (Genova), Ex Convento dell’Annunziata, da 23 euro

ARCTIC MONKEYS
Altro gruppo brit da manuale, tra aggressività e divertimento. Nelle ultime uscite, lo stile si è fatto meno immediato, ma l’energia sul palco non manca mai.
10 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, 36,80 euro
11 luglio, Ferrara, Piazza Castello, 36,80 euro

BRUCE SPRINGSTEEN & THE E STREET BAND
C’è bisogno di presentazioni o spiegazioni? No, dai. Per togliere il Boss dalla ribalta c’è un solo modo: abbatterlo. Per fortuna, nessuno ha intenzioni simili.
11 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, 74,75 euro

NICK CAVE
Dopo un disco bellissimo e languido come Push the Sky Away, anche dal vivo c’è da aspettarsi grande raffinatezza: poco importa che i Bad Seeds abbiano perso qualche componente per strada. Anzi, la curiosità aumenta.
11 luglio, Lucca, Piazza Napoleone, 34 euro

MARK KNOPFLER
Ex chitarrista e cantante dei Dire Straits, amatissimo in Italia. Professionista impeccabile: non sarà un genio dell’innovazione, ma il suo sound è sempre riconoscibilissimo.
12 luglio, Piazzola sul Brenta (Padova), Anfiteatro Camerini, 37 euro
13 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, 46 euro
14 luglio, Napoli, Piazza del Plebiscito, 34,50 euro
16 luglio, Taormina, Teatro Antico, 57,50 euro
19 luglio, Lucca, Piazza Napoleone, 39,10 euro

WU-TANG CLAN
Il supergruppo hip hop più famoso di sempre, nato a Staten Island (New York). RZA e soci hanno deciso di celebrare vent’anni di carriera con un nuovo album e un tour mondiale.
13 luglio, Milano, Ippodromo del Galoppo, 40,25 euro

MARK LANEGAN
Un signore dall’aria poco raccomandabile con una voce baritonale, immerso in un’atmosfera scura. Nel suo passato, tante collaborazioni illustri e una carriera tra le chitarre distorte di Screaming Trees e Queen of the Stone Age.
15 luglio, Castellazzo di Bollate (Milano), 22 euro

ATOMS FOR PEACE
Supergruppo capeggiato da Thom Yorke dei Radiohead (il vice è Flea dei Red Hot Chili Peppers). Musica spesso cerebrale e sbilanciata verso l’elettronica, per mischiare movimento ritmico e inquietudine esistenziale (e politica). Attendetevi uno Yorke più danzerino che mai.
16 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, da 36,80 euro
17 luglio Milano, Ippodromo Lotto, 32 euro

ASAF AVIDAN
Israeliano, classe 1980, è una delle rivelazioni pop dell’anno. Dai noi quest’anno ha riscosso successo anche sul palco di Sanremo.
16 luglio, Roma, Cavea dell’Auditorium, 25 euro
29 agosto, Verona, Teatro Romano, da 34,50 euro
31 agosto, Locorotondo, Mavù Club

CROSBY, STILLS & NASH
I cantori della West Coast, di nuovo insieme (ma senza Neil Young). Pezzi di storia, tra delicatissime armonie acustiche e cavalcate elettriche.
17 luglio, Brescia, Piazza della Loggia, da 33 euro
19 luglio, Roma, Cavea dell’Auditorium, da 40 euro
20 luglio, Piazzola sul Brenta (Padova), Anfiteatro Camerini, da 25,50 euro

DEPECHE MODE
Dominatori degli stadi fin dagli anni Ottanta, in Italia Dave Gahan e soci sembrano godere di una popolarità intramontabile. Vengono perdonati anche quando il concerto comincia in anticipo o viene male.
18 luglio, Milano, stadio San Siro, da 41.40 euro
20 luglio, Roma, Stadio Olimpico, da 41.40 euro

SIGUR ROS
La più onirica band islandese ama il nostro Paese. Composizioni lunghe e astratte per palati raffinati – anche se qualcuno, invece di sentirsi trasportato in un’altra dimensione, più semplicemente si annoia.
23 luglio, Tarvisio, Piazza Unità, da 46 euro
26 luglio, Ferrara, Piazza Castello, da 32 euro
27 luglio, Lucca, Piazza Napoleone, da 39,10
28 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, da 36,80

KINGS OF CONVENIENCE
All’inizio sembravano gli emuli norvegesi di Simon & Garfunkel, e ancora adesso danno il meglio in versione acustica. Tornano sempre volentieri nel nostro Paese.
23 luglio, Venezia, Teatro Verde, da 38,50 euro
24 luglio, Roma, Villa Ada, da 11,50 euro
25 luglio, Napoli, Arenile Reload
27 luglio, Lecce, Piazza Libertini, da 15 euro

NEIL YOUNG
Qualunque idea abbiate del rock, in parte discende dalla sua chitarra. In scena, potrà fermarsi mezz’ora su una nota (visto l’ultimo album, Psychedelic Pill, il rischio è alto), ma vale la pena rischiare: la voce è ancora quella di un tempo, l’impeto anche, i pezzi classici chettelodicoaffare.
25 luglio, Lucca: Piazza Napoleone (spalla: Devendra Banhart), 50 euro
26 luglio, Roma: Ippodromo delle Capannelle (spalla: Devendra Banhart), 49,45 euro

PATTI SMITH
Anche per lei si prevede una cittadinanza onoraria a breve. Al Carroponte suonerà “Horses”, album d’esordio, in versione integrale.
25 luglio. Sesto S.Giovanni (Milano), Carroponte, da 28 euro
26 luglio, Prato, Piazza Duomo, da 14 euro
31 luglio, Taormina, Teatro Antico, da 35 euro
1 agosto, Palermo, Teatro di Verdura, da 28 euro

ROGER WATERS: THE WALL
L’impressione è che per il vecchio bassista dei Pink Floyd il muro non sia mai caduto. Quest’estate ripropone il suo opus magnum per intero negli stadi. Scenografie spettacolari, canzoni ormai storiche.
26 luglio, Padova, Stadio Euganeo, da 57,50 euro
28 luglio, Roma, Stadio Olimpico, da 63, 25 euro

DEVENDRA BANHART
Tra un po’ gli daranno il passaporto italiano. Il buon Banhart, re dei barbuti freak degli anni Zero, è ormai un habitué delle nostre estati. Gli bastano anche solo voce e chitarra per creare piccoli scampolidi di Woodstock ovunque vada. Relax garantito.
27 luglio, Sesto San Giovanni (Milano), Carroponte, 18 euro

BLUR
Imperdibile in particolare per gli adolescenti e i ventenni degli anni Novanta: per loro, più che un concerto, sarà una sorta di catarsi generazionale. Finché la reunion dura, godiamoci tutta l’intelligenza, l’inventiva e la purissima englishness di Damon Albarn e soci.
28 luglio, Milano, Ippodromo del Galoppo, 46 euro
29 luglio, Roma, Ippodromo Capannelle, 46 euro

EDITORS
Appassionati del lato dark degli anni Ottanta, gli Editors sono tra i nomi più in vista di quell’onda di gruppi che, negli ultimi dieci anni, ha riportato in auge le sonorità post-punk.
11 agosto, Castelbuono (Palermo), 33 euro (biglietto festival)

FRANCO BATTIATO – ANTONY & THE JOHNSONS
Concerto congiunto, per due pesi massimi della canzone d’autore. Un evento speciale, con lo sfondo sinfonico della Filarmonica Arturo Toscanini.
31 agosto, Firenze, Mandela Forum, da 31 euro
2 settembre, Verona, Arena, da 37,95 euro

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta