Renzi & Santanchè: il tiro al piccione e alla pitonessa

Battaglia parallela dentro ai partiti

Oggi la politica italiana è sospesa tra il tiro al piccione (ipse dixit) su Matteo Renzi, e il tiro al pitone (Fabrizio Barca cult) su Daniela Santanchè. Dentro questo chiasmo, dentro questo gioco di veleni incrociati, si nasconde la cifra comune di un fuoco amico.

Renzi e la Santanchè, con il loro colorito da manuale zoologico di riferimento, e le loro ingombranti epifanie mediatiche, sono entrambi combattuti dai propri compagni di partito, prima ancora che dagli avversari. È stato il rischio del killeraggio dei franchi tiratori a far ritirare Daniela da un voto che si annunciava carico di rischio; sono i bracconieri del Pd a far arrabbiare Matteo, e a spingerlo a diffidare delle regole.

Un altro elemento accomuna il piccione e le pitonessa: entrambi usano i media come una clava, e come un punto di forza per colmare il disvalore di forze in campo. La Santanchè è accusata di essere estranea alla storia del Pdl (lei ovviamente ne va fiera) Renzi è accusato di essere estraneo alla storia del Pci-Pds-Ds. I due outsider sono entrambi angeli sterminatori dei ceti dirigenti che hanno sfidato, ed entrambi dei nemici delle larghe intese: la loro vera partita inizia, infatti, quando finisce quella del governo Letta.

Il loro potere inizia sulle macerie degli antichi equilibri. Entrambi giocheranno la loro partita ad ottobre: la prima quando diventerà a tutti gli effetti la vestale della nuova Forza Italia, il secondo quando proverà a usare il congresso per plasmare un nuovo Pd a sua immagine e somiglianza. Sono entrambi ufo, allergici al gioco di apparato, veloci di coltello e di lingua, metamorfici e modernissimi nella loro velocità di adattamento a microclimi sfavorevoli. Nessuno dei due avrà vita facile: sono entrambi favoriti, ma una cosa è certa. Quando questa stagione di caccia comincia, scorrerà del sangue. 

@lucatelese

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club