Riga le auto di un parcheggio “per troppa gioia”

Storie d'estate

Da Il Resto del Carlino

Reggio Emilia: arriva il “vandalismo di gioia”

CASINA (REGGIO EMILIA) – Un reggiano di cinquant’anni è stato protagonista di una “operazione” particolare: infatti, felicissimo della vittoria della sua squadra di calcio (il Leguigno, frazione di Casina), ha deciso di rigare alcune automobili parcheggiate di fronte allo stadio. Convocato in caserma dai carabinieri, il tifoso ha affermato che si trattava solamente di “vandalismo di gioia”. Questa giustificazione non è bastata ai carabinieri, che lo hanno denunciato per danneggiamento aggravato.

Da Il Tirreno

Richieste di iscrizioni all’asilo nido: decine di dichiarazioni false

LIVORNO – Una contesa per entrare nelle graduatorie del Comune. A Livorno, i genitori sono sul piede di guerra per accaparrarsi un posto all’asilo nido comunale per i propri figli (nati tra il primo gennaio del 2011 e il 22 giugno 2013). Quest’anno la lista d’attesa è composta da 316 famiglie, pochissime rispetto alle 468 dello scorso anno e delle oltre 500 del 2011. La crisi, quindi, si fa sentire anche in questo settore. Ma non mancano alcuni brutti esempi, che testimoniano invece la necessità di tenere occupato il proprio figlio durante l’arco della giornata, a costo di superare nella graduatoria le famiglie meno abbienti: su 255 dichiarazioni di disoccupazione pervenute al Comune, il 10% sono risultate non rispondenti alla situazione reale. E non solo: su 59 famiglie che hanno dichiarato situazioni di disagio sociale, 19 risultano non averne. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta