Casaleggio Chi? Signorini aveva l’esclusiva sulle foto?

Guru & Signorini

C’era una volta un guru misterioso. Che raccontava di fantastiche guerre dei mondi, che mangiava giocando ai videogiochi con gli amici del fondatore di Repubblica Eugenio Scalfari, sostenitore del web e della rete, mezzi che avrebbero sostituito la democrazia parlamentare, la carta stampata e la televisione. C’era una volta Gianroberto Casaleggio, l’ombra del leader del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo, l’uomo che stava dietro le quinte, il misterioso, il capellone, l’ineffabile. C’era una volta, perché adesso Casaleggio è ormai un classico personaggio pubblico all’italiana, alla ricerca di imprenditori in quel di Cernobbio e persino in posa nelle fotografie. Sfugge alle telecamere, alle domande dei giornalisti, blocca i fotografi in sala, ma poi lo si ritrova tra le pagine dell’ultimo numero di Chi, il settimanale berlusconiano per eccellenza, quello diretto da Alfonso Signorini. C’era una volta Casaleggio, ora c’è chi si domanda se per le foto di Cernobbio, Signorini avesse l’esclusiva. Quasi come un Fabrizio Corona qualunque…

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta