Tutta la carica emotiva della pubblicità in dieci spot

Marketing e sentimenti

«La pubblicità è l’arte di convincere le persone a spendere soldi che non hanno per qualcosa di cui non hanno bisogno», disse una volta l’attore e comico statunitense Will Rogers. Aveva ragione? Probabilmente sì. Non tanto sullo scopo finale della pubblicità, di per sé lapalissiano, quanto piuttosto sull’uso di una parola normalmente non associata al marketing: arte.

Sempre più spesso, infatti, gli spot somigliano a piccole opere di genio. Grazie al web, che permette lo sviluppo di contenuti video più lunghi dei canonici 15-30 secondi cui la televisione ci ha forzatamente abituato, le aziende cercano di puntare su piccoli cortometraggi dalla forte carica emotiva, sceneggiati con maestria e girati con grande abilità.

Lo sintetizza al meglio un’altra citazione, mutuata dall’esperto di comunicazione Jef I. Richards. «La creatività senza una strategia si chiama “arte”. La creatività con una strategia si chiama “pubblicità”». Ecco dunque dieci pubblicità recenti o recentissime di grandi aziende internazionali e non – Ikea, True, Google, Procter&Gamble e molte altre – che applicano alla perfezione questo concetto. Ispiranti, emozionanti, divertenti e commoventi.

1. TrueMove. “Giving”

In tre minuti, un capolavoro. Ecco come una buona azione compiuta trent’anni prima torna in nostro aiuto nel momento del bisogno.

 https://www.youtube.com/embed/7s22HX18wDY/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

2. Ikea. “Empieza algo nuevo”

Una nuova sedia può cambiare la vita a chi sta seduto tutto il giorno. In modi del tutto inaspettati.

3. Google Chrome: Jess Time

La perdita della moglie, la figlia che lascia la casa per iniziare il college. Essere padre si può, anche via chat.

Realizzato da: BBH and Google Creative Lab
Diretto da: Nanette Burstein, Hungry Man

4. Dumb Ways to Die

Un’animazione divertente e una canzone irresistibile: lo spot perfetto è servito.

Realizzato da: McCann, Melbourne, Australia

 https://www.youtube.com/embed/IJNR2EpS0jw/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

5. Procter & Gamble: “Best job”

Il lavoro più duro, spesso, è anche il più bello: le mamme di tutto il mondo lo sanno.

Realizzato da: 4Creative, London

 https://www.youtube.com/embed/LkrAKpimxYQ/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

6. Channel 4. “Meet the superhumans”

Gli atleti paralimpici non valgono meno degli altri. Anzi, hanno una marcia in più.

7. Pfizer. “Get Old”

Più che di uno spot commerciale si tratta di un video prodotto a scopo umanitario, ma è stato commissionato da una nota azienda farmaceutica. Incantevole.

 https://player.vimeo.com/video/69394786?autoplay=0 

“Get Old” Hy Snell, 94 from Variable on Vimeo.

8. Smart. “For Two Offroad Germany”

Spiazzante (quasi irritante) per i primi trentacinque secondi, questo spot si svela solo alla fine. L’idea di promuovere una macchina per contrasto è davvero originale.

Realizzato da: BBDO Germany e Bigfish Filmproduction

9. Cartlon Draught. “Beer Chase”

Ormai un classico. Ladri e polizia hanno una passione irrinunciabile in comune, quella per la birra. E la sfoggiano dando vita ad un inseguimento esilarante accompagnato da un altrettanto azzeccato rock anni ’80.

10. DirectTv – “Don’t Attend Your Own Funeral”

Per la serie “Cosa succederebbe se…”: DirectTv immagina improbabili disagi dovuti ad una pessima compagnia televisiva. Divertentissimo.

Realizzato da: Grey, New York
Prodotto da: MJZ

twitter @valeriobassan

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta